GUIDO DE ANGELIS: “COL BOLOGNA UN GRANDISSIMO PUBBLICO. CIRO E LAZZARI FONDAMENTALI. SERVE UN TERZINO SINISTRO PER LA LOTTA AL QUARTO POSTO”

 “Siamo tornati finalmente con “Quelli che hanno portato il calcio a Roma”. Abbiamo iniziato oggi, perché per noi è tradizione iniziare dopo la prima di campionato.
Ci eravamo lasciati con una Lazio incompleta. Ora è stata sistemata, ma manca ancora qualcosa.
Le quattro squadre con cui dobbiamo combattere sono molto organizzate. La Juventus mi sembrava in difficoltà ieri contro il Sassuolo, poi la seconda ora ha dimostrato tutt’altro. Il Napoli è molto organizzato, nonostante le cessioni. Se arrivano anche Simeone e Raspadori avranno un attacco di tutto rispetto.

A noi serve un centravanti di scorta e sopratutto un terzino sinistro che faccia il titolare. Abbiamo fatto un passo in avanti sul mercato, ma certe squadre ne hanno fatti due. Per puntare al quarto posto bisogna fare un grandissimo campionato e se vogliamo lottare, il mercato non può fermarsi qui.

All’Olimpico abbiamo avuto il dodicesimo uomo in campo: il nostro bellissimo pubblico. Ha partecipato molto, non solo la Curva Nord.  L’espulsione di Maximiano però è stato un fulmine a ciel sereno. Siamo andati in difficoltà, Zaccagni ha commesso un grave errore e regalato il rigore. Dopo il gol di Arnautovic ho iniziato ad augurarmi che si potesse ristabilire la parità numerica puntando Soumaoro, che era ammonito. Dopo il suo rosso, abbiamo ripreso coraggio grazie soprattutto ad uno strepitoso Lazzari.

Siamo riusciti a ribaltarla grazie al gol di Ciro, servito da Milinkovic, con la palla che lentamente è entrata in porta.
Ho visto un Immobile perfetto nelle vesti di capitano. Ha rimproverato duramente Arnautovic, facendolo ammonire. Per un attimo mi ha ricordato qualcuno… Che non nomino, ma potete ben capire chi possa essere”.

 

 

Follow LAZIALITA on Social
0