‘Quelli che…’, Giordano: “Inzaghi solo da applausi, strano Radu non giochi neanche senza Acerbi. Io proverei Lazzari ala”

Ai microfoni di ‚ÄúQuelli che hanno portato il calcio a Roma‚ÄĚ, trasmissione condotta da¬†Guido De Angelis¬†e¬†Stefano Morelli¬†in onda sulle frequenze dei 98.100 di¬†Radiosei, Bruno Giordano, calciatore con il maggior numero di reti realizzate nelle coppe nazionali con la maglia biancoceleste, si √® espresso in merito al tanto atteso match Lazio-Inter, previsto il 16 ottobre allo Stadio Olimpico alle ore 18.00.

Su Inzaghi: “Spero non ci siano fischi perch√©¬†Inzaghi non sarebbe potuto rimanere tutta la vita. Sapevano tutti che sarebbe accaduto, il calcio va avanti, si √® andati avanti anche quando hanno smesso Maradona e Pel√©. Si va avanti anche se Inzaghi √® all’Inter adesso”.

Sul match: “Sar√† una partita difficile, perch√© la Lazio non √® nel suo momento migliore, mancher√† Acerbi e Immobile non sar√† al 100%. Noi dobbiamo cercare di metterli in difficolt√† e sbagliare poco. Siamo in un momento particolare e ce la giochiamo. L’Inter non viene a Roma pensando di fare una passeggiata”.

Su Lautaro: “E’ arrivato qui a 21 anni. Si √® guadagnato il posto nell’inter, a livello europeo ha fatto gol contro Real Madrid e Barcellona. Nella nazionale argentina √® il partner ideale di Messi e questo fa capire l’importanza di questo giocatore. Fa gol e fa giocare bene la squadra. In questo momento, come caratteristiche, ricorda un po’ Suarez e Benzema, giocatori che sanno far giocare la squadra”.

Su Radu: “In una partita cos√¨ importante, era necessario avere un giocatore di esperienza in fase difensiva. Io lo avrei fatto giocare per come intendo il calcio. E’ una partita importante, Radu √® un giocatore con grande personalit√†. Sui calci piazzati √® fondamentale, inoltre √® l’unico mancino della difesa tranne Acerbi. L’allenatore li segue tutti i giorni, ci sar√† un motivo valido dietro alla sua scelta”.

Su Lazzari: “Io giocherei con Marusic da terzino destro. In questo momento in quel ruolo √® il migliore, Lazzari fa fatica. Io Lazzari lo vedo, come ho gi√† detto spesso, da ala destra in attacco. Se al 60′ Pedro o Felipe Anderson hanno bisogno del cambio, Lazzari pu√≤ fare l’esterno offensivo, perch√© ha corsa e crea la superiorit√† numerica: non ha una tecnica importante, ma se ti punta ti salta sempre”.

 

Follow LAZIALITA on Social
0