Nazionali, domina Sergej, Muriqi segna su rigore. Ancora panchina per Strakosha

Serata di nazionali per i calciatori della Lazio. L’Albania sfida la Polonia e Strakosha va ancora in panchina: come accaduto nel weekend, tra i pali c’è ancora l’ex Lazio Berisha, con Thomas relegato tra le riserve. In compenso, gioca ancora dal primo minuto Elseid Hysaj, e lo fa ricoprendo una posizione che in nazionale è ormai consueta e che alla Lazio non è mai stata occupata: quella di terzino destro. L’ex Napoli contiene bene le offensive polacche e al 50′ è ammonito dal direttore di gara per un fallo a centrocampo. Nel complesso, una buona prova per il fedelissimo di Maurizio Sarri nello 0-1 interno della selezione di Edy Reja. Non demeritano le aquile, ma pagano una distrazione fatale nella ripresa. Vince la Serbia di Milinkovic, che ha la meglio sull’Azerbaigian grazie ad una grande serata del centravanti viola Vlahovic. Sergej Milinkovic gioca da trequartista e viene imbeccato da un super Kostic in due circostanze: servono due miracoli dell’estremo difensore degli ospiti per impedire al ‘Sergente’ di andare a segno. Ci pensa appunto Vlahovic, prima su rigore e poi sull’ennesima assistenza di uno scatenato Kostic, che alla Lazio sarebbe pure arrivato, se un errore nell’indirizzo mail non avesse di fatto posto la parola fine alla trattativa estiva con l’Eintracht Francoforte. A chiudere i conti per il 3-1 finale è Dusan Tadic su calcio di rigore. Solita prestazione di quantitĂ  e qualitĂ  per Milinkovic, in campo per ben 96 minuti complessivi.
Va sotto tra le mura amiche il Kosovo di Muriqi sotto ai colpi di una Georgia molto cinica nel primo tempo. Al 45′ però è Muriqi a trovare la paritĂ  segnando il calcio di rigore dell’1-1. Nella ripresa il centravanti della Lazio non riesce a incidere, si divora due gol di testa su assist del calciatore del Torino Vojvoda e il Kosovo perde: gli ospiti la vincono al minuto 82. In serata ha giocato anche la Bosnia-Erzegovina di Dzeko, che ha pareggiato in Ucraina, con il bomber ex Roma che ha fatto tanto lavoro sporco per la squadra senza avere però grosse occasioni nitide da rete. ProverĂ  a rifarsi a Roma contro la Lazio, sfidando Immobile. Entrambi a quota 6 nella classifica marcatori di Serie A, giocheranno per la vetta.

Follow LAZIALITA on Social
0