Squalifica, furia Sarri: “Ravvisate bestemmie mai proferite, preso in giro da un ragazzino”

Nel corso della giornata di oggi, il tecnico della Lazio Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa in vista del match di Europa League contro il Galatasaray. Tra gli argomenti trattati, il tecnico toscano ha avuto modo di esprimersi in merito alla squalifica rimediata nell’ultima partita di campionato contro il Milan.

Di seguito le sue parole:

Non mi aspettavo due giornate di squalifica in campionato. Sono stato minaccioso perchĂ© ho chiesto ad un ragazzino di portare rispetto, mentre nel frattempo c’è stato un altro calciatore del Milan (Ibrahimovic, ndr) che ha preso per il collo un nostro giocatore (Leiva, ndr). Mi sembra che questo sia un atteggiamento violento, non il mio. Ma lì non è stato preso alcun provvedimento, non capisco perchĂ©. Nel sottopassaggio ho detto all’arbitro che mi ha fatto prendere in giro per un quarto d’ora da un ragazzino per poi espellermi, lui ha ravvisato due bestemmie che non ho mai proferito. Ho anche tre testimoni ed ho avvisato i miei legali: se ci sarĂ  una sola possibilitĂ  su un milione voglio procedere per vie legali”.

Follow LAZIALITA on Social
0