LE PAGELLE DI GUIDO DE ANGELIS – Quasi tutti gravemente insufficienti, la Lazio naufraga a Genova

 

Al termine di Sampdoria-Lazio 3-0 ecco le pagelle del nostro direttore Guido De Angelis.

STRAKOSHA 5,5 – Una sola parata vera sull’ex Keita, rimane in porta sul primo gol. Ogni tiro dell’avversario, in questo inizio di stagione, si tramuta in rete.

PATRIC 4,5 – Salvataggio di testa al 47’ su Quagliarella, poi errore clamoroso sul 3-0 dei blucerchiati. Tanti retropassaggi, tanta applicazione, la solita sensazione: imposta in modo pulito, ma non è un difensore.

ACERBI 6 – Sempre il meno peggio del reparto, anticipa spesso Quagliarella, ma non può lavorare per tre, i rinforzi in difesa avrebbero dovuto arrivare dal mercato. Ci salva in piĂą occasioni.

HOEDT 4,5 – Un anticipo su Quagliarella in scivolata, qualche bella apertura. Ma la Lazio lo ha preso per difendere e l’errore sul gol che apre il match dimostra che lui non può farlo in una grande squadra.

DJAVAN ANDERSON 4 – Non difende e non attacca, si fa saltare come fosse un birillo. Non era sinceramente difficile immaginare che sul mercato servisse una riserva a Fares.

MILINKOVIC 5 – Francobollato da Thorsby, non giganteggia neppure col fisico. Si vede solo con un destro d’esterno a metĂ  ripresa. E’ tutto dire.

LEIVA 5 – Parente lontano del Lucas che conoscevamo, nel primo tempo non ne indovina una, venendo sistematicamente saltato dal gioco e non riuscendo mai nell’anticipo. Sostituito nella ripresa.

LUIS ALBERTO 5 – Gioca con superficialitĂ , è poco ispirato e mancando Ciro non può nemmeno cercare la profonditĂ . Nella ripresa si astrae dalla lotta, optando per uno schema su calcio piazzato assolutamente improbabile. Se lui e Milinkovic giocano così prima della Champions sarĂ  veramente dura.

PAROLO 4 – Giallo evitabile dopo dieci minuti, poi si dimentica il nuovo ruolo di quinto di destra e lascia Augello tutto solo a scodellare al centro per il gol di Quagliarella. Esce al break. Esperimento non riuscito per Inzaghi.

FARES 5 – Entra sulla sinistra portando vivacitĂ , ma è timido nell’ultima scelta e spedisce in curva due cross non difficili. Ha come attenuante le condizioni fisiche precarie.

MARUSIC 4 – Entra in campo per assenza di altre opzioni, non poteva giocare non riuscendo a stare in piedi. Immobile sulla corsia destra, non si propone mai in avanti e non ripiega. Non era in grado di fare questo spezzone di gara.

CORREA 4 – Molle su tutti i palloni, atteggiamento spocchioso che continua a non piacermi specie da un calciatore delle sue qualitĂ . Davanti alla porta ha due chance grosse una nel primo tempo su assist di Luis Alberto e una nella ripresa su assist di Muriqi, le cestina entrambe. Non è un attaccante. Deve migliorare l’atteggiamento, perchĂ© così non si va lontano.

CAICEDO 4 – Si divora a tu per tu con Audero un gol giĂ  fatto decidendo di provare a scartare il portiere. Per fortuna il gioco era fermo (per fuorigioco che avrebbero dovuto poi ricontrollare). Cuce il gioco ma dĂ  l’ennesima dimostrazione di non essere un bomber. Esce per far spazio a Muriqi.

MURIQI 5,5 – Entra in campo e fornisce un buon pallone a Correa col piattone sinistro, poi cerca di lavorare di sponda ma la difesa dei liguri lo contiene tutto sommato bene.

CATALDI NG – Entra a partita finita e non può incidere.

SIMONE INZAGHI 5 – Ha mezza squadra fuori, ma il piano tattico del 3-5-2 senza interpreti non convince. Aveva preparato la gara per tenere il punteggio e poi schierare qualche forza fresca, ma non gli riesce nulla.

Follow LAZIALITA on Social
0