Luis Alberto: “Voglio fare meglio dell’anno scorso. Assist più difficile? Quello a Sergej, a Consigli il mio gol più bello”

Marcello Baldi – @baldimarce

 

Luis Alberto è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel: “Buon ritiro, il campionato era finito da poco, qualche giocatore è partito per le nazionali ma ci manca ancora tanto per cominciare al meglio il campionato. I nazionali sono partiti e ci mancano, è stato un po’ diverso per tutti, proseguiremo a Formello. Il gruppo è consolidato da anni e questo ci aiuterà. Siamo maturati, questo è emerso nella passata stagione. Alcuni giocatori ci sono mancati sul finale, l’importante è essere in Champions, la miglior competizione del mondo. La mia crescita? A livello personale sono contento, devo continuare a lavorare e fare un anno ancora migliore della passata stagione. L’assist più bello dell’anno scorso?  Quello più difficile è stato quello a Milinkovic contro la Juventus. La mia rinascita nel 3-5-2?  Dopo 5 mesi ho capito che dovevo cambiare tante cose, ho lavorato e alla fine se uno ha qualità e deve lavorare solo su testa e fisico, esce tutto.
La Champions è una competizione che da piccolo vuoi giocare. Quest’anno voglio divertirmi tanto. Il mio gol più bello è quello contro la SPAL, ma mi piace anche quello contro il Sassuolo (dribbling su Consigli), più importante è il primo che ho fatto a Genova, quello ha cambiato tutto: personalità, testa, ho iniziato a credere in me. Ciuffo biondo? Quest’anno non lo so (ride, ndr). 
I tifosi? Il calcio senza tifosi non è calcio, sono il giocatore numero 12. Però può penalizzare anche gli avversari”.

Follow LAZIALITA on Social
0