Mauri a “Quelli che”: “Laziali abituati a vincere soffrendo. Derby fuori casa? Coi tifosi laziali ti senti comunque a casa…”

 

Nel corso della trasmissione “Quelli che hanno portato il calcio a Roma” ha parlato Stefano Mauri, ex capitano della Lazio.

“Il gol in spaccata nel derby su assist di Ledesma? E’ stato difficile solo impattare la palla, l’unico problema di quando vai in scivolata è quello, da così vicino il portiere ha poco tempo di reazione. L’occasione fallita il 26 maggio? I laziali sono abituati a vincere soffrendo, se avessi fatto il 2-0 non avremmo vinto da laziali (ride). L’ingresso in campo il 26 maggio è stato bellissimo e inaspettato, sono subentrato e non vedevo l’ora. Nel derby credo non ci sia differenza tra giocare in casa e fuori casa, comunque hai una curva o quantomeno 10mila persone a sostenerti, non è come a Napoli o in altri stadi in cui i tifosi sono nel terzo anello e non li senti così vicini. Quando giochi un derby fuori casa ti senti comunque a casa, hai una buona fetta di pubblico a sostenerti; credo che il fatto che la Lazio abbia vinto pochi derby fuori casa sia una casualitĂ . Certamente è una statistica da tenere in considerazione perchĂ© la Lazio ha vinto dopo il derby di Mancini solo quello con mio gol e quello con doppietta di Keita, però ricordo che nonostante in quel caso fosse solo un pro forma perchĂ© di fatto si giocò in campo neutro, anche il 26 maggio era formalmente Roma-Lazio”.

Follow LAZIALITA on Social
0