Fascetti: «Io e Inzaghi stesso destino. Lazio, credi allo scudetto»

 

Il messaggio di Eugenio Fascetti al Messaggero per il compleanno della Lazio: «L’ augurio forte e sincero per i 120 anni di storia è semplice: che la squadra ci creda fino in fondo in questo campionato perché non ha nulla da perdere. Cosa costa cedere allo scudetto? Cosa costa impegnarsi e sperare in qualcosa di fantastico? Complimenti a chi ha costruito questa squadra. Sono riuscito a salvare la Lazio nell’ anno del -9. Ci ho provato e ce l’ ho fatta. Simone Inzaghi deve fare lo stesso. Io purtroppo non ho potuto giocarmi uno scudetto, ma il mio tricolore è stato salvarla. La Lazio per me è un ricordo bello che ha caratterizzato la mia carriera. Ho esordito contro la Lazio. Ho giocato nella Lazio. Ho allenato la Lazio. Un po’ come Inzaghi. Sì, lui è un allenatore bravo che ha fatto un certo percorso. Lotito lo ha scelto e ha corso un rischio mettendolo alla guida della prima squadra. Un rischio che oggi lo ripaga con gli interessi. Fu una scelta lungimirante e vincente»

Follow LAZIALITA on Social
0