IL PUNTO SULLA JUVE – La Lazio per continuare a sognare, la Juve per riprendersi il primato. Tutto sulla sfida tra Immobile e Dybala-CR7

 

di G. Jacopo Romagnoli

Lazio-Juventus è il big match di sabato sera, una partita di fondamentale importanza a poche settimane dal secondo scontro tra le due compagini che avverrà in occasione della Supercoppa Italiana. I biancocelesti alla caccia della settima vittoria consecutiva, che oltre a consolidare il terzo posto, potrebbe aprire anche clamorosi scenari riguardanti la lotta Scudetto. I bianconeri per ritrovarsi dopo il pareggio casalingo con il Sassuolo, ma soprattutto per approfittare del mezzo passo falso dell’inter di ieri sera con la Roma e riprendersi il primato della Serie A. Gli aquilotti sono nettamente la squadra più in forma del campionato, non lo dicono soltanto le vittorie, ma anche e soprattutto le prestazioni, sempre di altissimo livello. Trascinati dagli assist di Luis Alberto e dai gol di Correa e Immobile la Lazio vuole continuare a sognare. La Vecchia Signora però è squadra abituata a certe sfide e non si farà certamente trovare impreparata, il livello della rosa, come si sa, è altissimo e a tutto ciò mancano ancora le prestazioni di Ronaldo, chiamato a rispondere presente dopo un momento non facile della sua stagione, anche a causa di problemi al ginocchio. Sicuramente c’è da aspettarsi una bella partita, giocata a viso aperto da entrambe le squadre, comunque vada potrà essere uno spot per il calcio.

lazio-udinese-hl-640x360

STADIO PIENOL’Olimpico sarà pieno come nelle migliori occasioni, saranno presenti circa 60 mila spettatori se non oltre. Tanti, moltissimi saranno i supporters bianconeri, settore ospiti esaurito immediatamente, tanto che i biancocelesti hanno messo a disposizione dei tifosi juventini anche parte della Curva Sud. Come al solito resteranno dedicati agli spettatori biancocelesti i posti nei distinti sud-est.

olimpico-lazio-milan-696x391

PERICOLO JUVE – E’ facile dire che Ronaldo possa essere il pericolo numero 1 della Lazio, e probabilmente lo è, nonostante le sue condizioni fisiche non eccelse. Ma è tutta la Juve a far paura, si tratta di una squadra fenomenale, in grado di risolvere le partite anche con i panchinari. Sarri ha semplicemente l’imbarazzo della scelta, e potrebbe pescare un Higuain dalla panchina, se come sembra dovesse essere Dybala a giocare accanto a CR7. Sarri non potrà contare sull’esperienza di Khedira, sulla classe di Douglas Costa e sugli inserimenti di Ramsey, infortuni pesanti ma un po’ meno per i bianconeri vista la vasta gamma di scelta in rosa. Dybala è sicuramente l’uomo del momento in casa juve, il giocatore più in forma. A centrocampo il pericolo principale si chiama Pjanic, autore fin qui di un ottimo campionato condito anche da tre reti. A guidare la difesa ci penserà Bonucci, che con il Sassuolo ha trovato il secondo gol stagionale.

LAPR0447-0090-kUHC--712x402@Gazzetta-Web_712x402

LA PROBABILE FORMAZIONESarri schiererà ancora una volta il 4-3-1-2. Torna Szczesny tra i pali, in difesa a destra ci sarà Cuadrado, a sinistra Alex Sandro. I due centrali De Ligt e Bonucci. A Guidare il centrocampo ci penserà l’estro di Pjanic, accanto a lui sicuro del posto Matuidi, mentre sono in ballottaggio Bentancur e Emre Can, con il primo in vantaggio. Torna tra i convocati Rabiot, che siederà in panchina. Il discusso Bernardeschi giocherà come al solito da quest’anno, nel ruolo di trequartista, alle spalle di Ronaldo e Dybala. Higuain è pronto a sconvolgere la partita partendo fuori dai titolari. Si rivede dopo tanto tempo Pjaca, lo sfortunato giocatore croato, quasi sempre alle prese con gravi infortuni torna tra i convocati.

2018-03-03t191356z_554668800_rc1f9c6ad730_rtrmadp_3_soccer-italy-laz-juv-ke8--656x369corriere-web-nazionale_640x360

STATISTICHE E PRECEDENTI – Le statistiche di questo big match sorridono nettamente alla Juventus, poco cambia il fattore campo. Infatti la Lazio non vince dinanzi al proprio pubblico addirittura dal dicembre del 2003, finì 2-0, era la Lazio di Mancini e segnarono Corradi e Fiore. Da quel momento la Juve ha portato a casa solamente risultati positivi, nonostante in svariate occasioni i biancocelesti hanno sfiorato il successo. Proprio l’anno scorso i ragazzi di Inzaghi giocarono una partita ai limiti della perfezione per 70 minuti trovando anche la rete del vantaggio. La Juve ribaltò tutto con due tiri e due gol, da grandissima squadra. Lo stesso Sarri è imbattuto con Inzaghi, già dai tempi di Napoli, il mister biancoceleste non riuscì mai a sconfiggerlo. Immobile è sicuramente l’uomo da tenere d’occhio per la Juve, non solo perchè con 17 gol è il capocannoniere della Serie A, ma anche perchè quando vede bianconero si scatena. Nella mente dei tifosi laziali ancora le doppiette in Supercoppa Italiana e in campionato nel clamoroso successo allo Stadium di qualche stagione fa. Lo spauracchio laziale, invece, si chiama Higuain, a segno 12 volte in nove confronti, anche Dybala ha un bello score contro la Lazio, 7 gol, l’ultimo quello della fondamentale vittoria di due stagioni fa proprio all’Olimpico nei minuti di recupero.

J.R.

Follow LAZIALITA on Social
0