CONFERENZA – Inzaghi: “Qualificazione compromessa nelle partite precedenti. Fatale il doppio confronto con il Celtic”

ultimasimone-inzaghi-europa-league-800x439

Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia dell’importantissimo match di Europa League contro il Cluj: una gara da dentro o fuori che i biancocelesti dovranno assolutamente vincere:

“La nostra qualificazione è appesa ad un filo, ma faremo la nostra partita per vincere in casa. Sappiamo che abbiamo poche possibilità di andare avanti: nelle prime quattro gare abbiamo compromesso questo cammino. A questo risultato hanno contribuito fattori interni ed esterni: non ci è stato assegnato un rigore evidente su Immobile contro il Celtic, sarebbe andato tutto diversamente. Avremmo dovuto fare comunque molto meglio. In campionato stiamo giocando un ottimo calcio dalla prima di campionato ed il nostro piazzamento è assolutamente meritato. Il sorteggio di Europa League sarebbe potuto andare meglio. I ragazzi sono stati bravi nelle prestazioni, non nei risultati. Visti i valori sul campo avremmo dovuto passare il turno, ma invece non ce la faremo. Non siamo stati bravi a far girare gli episodi dalla parte nostra. Una squadra forte deve riuscirci, proprio come stiamo facendo in campionato e come non siamo riusciti a fare in campo europeo.

Se tornassi indietro rifarei le stesse scelte. Insieme al mio staff siamo stati bravi a gestire le varie soluzioni: dovevamo portare determinati calciatori in un certo stato di forma. Siamo stati bravi a dosare bene le forze. Oggi ho avuto delle risposte dal campo: Caicedo ha avuto un problema durante l’allenamento di oggi, dovremo valutarlo domani. Metterò in campo una formazione competitiva con la consapevolezza che torneremo a giocare domenica. Parolo e Cataldi giocheranno sicuramente domani, così come Lazzari perché Marusic non è attualmente a disposizione. Adekanye otterrà dello spazio domani, non so se dall’inizio o se a gara in corsa. Deve ancora lavorare molto, è giovane e molto disponibile. Ha ampi margini di miglioramento e domani otterrà dei minuti in campo.

Siamo stati criticati in merito ai calci da fermo. Due anni fa siamo stati la squadra ad aver subito meno e siamo stati anche la squadra ad averne segnati di più con questo fondamentale, lo scorso anno abbiamo sbloccato anche la finale di Coppa Italia su palla inattiva. Se non giocano Parolo e Marusic perdiamo molto sulle palle inattive, tutto dipende anche dalle formazioni che vengono schierate. Teniamo alla partita di domani, schiererò una formazione per provare a vincere la sfida. In ogni occasione bisogna provare ad ottenere un successo. Contro il Celtic avremmo meritato sei punti, o al massimo quattro. Le due gare con gli scozzesi ci hanno insegnato molto, perché abbiamo fatto molto bene, ma ottenendo zero punti. Paradossalmente abbiamo raccolto risultato nella gara disputata peggio, ovvero contro il Rennais.

Strakosha ha avuto un attacco influenzale ieri, ma era già previsto che domani giocasse Proto. Il portiere belga ha avuto un problema al polso, ma l’ho visto bene ultimamente. L’albanese, invece, domani si allenerà per provare a recuperare per l’Udinese. Valon Berisha sta bene, in questi tre giorni mi ha dato buoni segnali: vedremo se giocherà dall’inizio o se entrerà a gara in corso. Domani parleremo con il calciatore per capire bene le sue condizioni fisiche”.

Follow LAZIALITA on Social
0