Lotito: “Dobbiamo essere tutti uniti dal grido Forza Lazio”

La Lazio cresce. Come squadra, come Società, come comunità consapevole di una storia e di una tradizione di lunghissima ed appassionante durata. Nel momento in cui inizia il nuovo campionato, quello in cui verrà festeggiato l’anniversario dei 120 anni dalla fondazione, è legittimo e doveroso informare la tifoseria delle attività realizzate e di quelle che si stanno assumendo per migliorare sempre di più le strutture e l’immagine di una Società che non si limita ad operare nell’ambito esclusivamente sportivo ma che allarga il proprio orizzonte ed il proprio impegno nel sociale, per rappresentare valori e principi, da portare come esempio dentro e fuori i campi di gioco.
In questo contesto si inseriscono le iniziative volte, oltre che alla crescita del tasso tecnico-sportivo, alla ristrutturazione del Centro Sportivo di Formello, ormai quasi terminata, alla riorganizzazione dell’accoglienza e dell’intrattenimento vocale e visivo allo Stadio Olimpico tesa a creare per il pubblico le stesse condizioni esistenti nei principali stadi italiani. Dalla collaborazione con l’Università Telematica UNINETTUNO e la Banca Igea per borse di studio e corsi di formazione per assicurare un futuro non solo di professionismo calcistico ai ragazzi ed alle ragazze delle giovanili biancocelesti, alla promozione nelle scuole di ogni livello dei valori olimpici della competizione leale e del rispetto reciproco senza pregiudizi e limitazioni di sorta.
Queste attivitĂ  ed iniziative, a cui si aggiunge anche quella diretta ad eliminare l’utilizzo della plastica in tutti i settori societari, pone la Lazio all’avanguardia della tutela ambientale e della salute nell’ambito sportivo e non segnano solo una importante salto in avanti nella crescita biancoceleste ma hanno anche un chiaro obbiettivo: quello di tenere sempre alto lo spirito ed il senso di appartenenza della grande e variegata comunitĂ  dei tifosi laziali. Senza quello spirito e senza quell’orgoglio, cioè senza il sostegno e la partecipazione della tifoseria, non si possono raggiungere i risultati da tutti auspicati. In questa visione del futuro non ci possono essere distinzioni, separazioni, distinguo, tutte circostanze che facevano parte di un passato ormai superato. Ora siamo e dobbiamo essere tutti uniti dal grido “Forza Lazio”, che mi auguro venga gridato nel del derby di domani per incoraggiare la squadra a dare il meglio di sĂ© in una competizione che, sono certo, sarĂ  leale, corretta e segnata solo da grande passione e gioia“.

Follow LAZIALITA on Social
0