Il Messaggero – Caicedo, si teme stiramento. E il rinnovo è lontano: rifiutata offerta da Dubai di 6 milioni

 

ROMA – SarĂ  una settimana ricca di impegni per Felipe Caicedo. L’attaccante della Lazio sabato sera nel test contro il Celta Vigo si è infortunato al polpaccio. Era entrato al posto di Immobile nel secondo tempo, ma dopo dieci minuti è stato costretto a chiedere il cambio per un problema fisico. Si teme uno stiramento, ma per avere una risposta certa bisognerĂ  aspettare i controlli che effettuerĂ  domani mattina presso clinica Paideia. In casa Lazio la speranza è che l’ex Espanyol sia a disposizione almeno per il derby del 1 settembre contro la Roma. Nell’ultima stracittadina era stato decisivo, sbloccando il risultato con un gran gol. In questa pre-season Felipe ha segnato 8 gol: solo Correa ha fatto meglio di lui con 13 reti tra i ritiri di Auronzo di Cadore e Marienfeld in Germania.

OFFERTA ARABA – Insomma, Caicedo ha continuato a stupire in positivo e la Lazio sarebbe pronta a rinnovargli il contratto fino al 2021 con uno stipendio di 2 milioni di euro a stagione (bonus compresi). Caicedo ne chiede almeno 2,5, ma il club biancocelesti non intende giocare al rialzo. L’attaccante darĂ  una risposta nei prossimi giorni, ma al momento le parti sono lontane e le offerte per il “Panterone” non mancano. Sono arrivate dalla Cina e dagli Emirati Arabi. Da Dubai sono pronti a spendere 6 milioni di euro per l’ecuadoriano, che ha il contratto in scadenza a giugno 2020, offendo al giocatore 4 milioni di euro netti a stagione. La Lazio ne chiede almeno 10 per il suo cartellino e in caso di cessione dovrebbe trovare in due settimane un altro vice Immobile. E senza rinnovo dal prossimo gennaio Caicedo sarĂ  libero di firmare un nuovo contratto con un altro club.

Valerio Cassetta

Follow LAZIALITA on Social
0