IL MESSAGGERO – Milinkovic corre contro il tempo

Il tempo potrebbe giocare a favore della permanenza di Milinkovic a Formello. In Inghilterra i club potranno fare acquisti fino all’8 agosto e il Real Madrid non ha ancora bussato alle porte del Manchester United per Pogba (ad un passo l’accordo con Van de Beek dell’Ajax), ritardando quell’effetto domino che, secondo alcuni, avrebbe sicuramente coinvolto il “sergente” laziale. Il presidente Claudio Lotito è stato chiarissimo: «Non dobbiamo vendere per comprare». La Lazio non svenderà il suo gioiello, non si farà prendere per la gola e valuterà solo le offerte superiori ai 90 milioni di euro. I Red Devils sono avvisati e il tempo stringe. Intanto, il Trabzonspor ha rifiutato l’offerta del Lille di 18 milioni di euro più il 20% sulla futura vendita per Yazici, indiziato numero uno per sostituire Sergej. Ufficiale, invece, il trasferimento al Wolverhampton per circa 20 milioni di euro di Pedro Neto e Bruno Jordao, promessi prima al Benfica e poi al Monaco. Un’operazione condotta da Jorge Mendes, procuratore dei baby portoghesi arrivati due anni fa dal Braga, che sta lavorando per portare a Roma un attaccante (il nome più caldo è Bas Dost, 30enne olandese dello Sporting Lisbona) e un difensore centrale in caso di partenza di Wallace, altro suo assistito.

IL Messaggero – Valerio Cassetta

Follow LAZIALITA on Social
0