FOCUS – E alla fine arriva Jony: storia, caratteristiche e numeri dell’esterno asturiano – VIDEO

mercato-lazio-jony

di Marcello Baldi

‚ÄúArrivo alla Lazio con tanta fame, √® la mia pi√Ļ grande occasione”.¬†Jonathan Rodr√≠guez Men√©ndez, meglio noto come Jony, √® pronto per la sua nuova avventura in biancoceleste. Sbarcato oggi¬†a Roma, arrivato a Fiumicino poco dopo le 14:00, l’ala¬†sinistra spagnola¬†si legher√† alla Lazio firmando un quadriennale da circa 1,5 milioni di euro a stagione. Nelle casse del M√°laga, club proprietario del suo cartellino, dovrebbe andare una cifra vicina ai 2 milioni di euro¬†(complice la mancata promozione raggiunta dagli andalusi nei play-off di Segunda Divisi√≥n). Pagando questa cifra, inserita all’interno della clausola del contratto del giocatore, Lotito ha anticipato la concorrenza di club come il Valencia, fortemente interessato all’esterno.

La storia di Jony √® il lungo percorso di un ragazzo cresciuto all’interno di un contesto indipendente, quello asturiano, in cui¬†il giocatore √® partito da una minuscola realt√† e, attraverso una lunga gavetta, ha vestito le maglie pi√Ļ importanti della comunit√† indipendente dell’Asturia. Il salto nel grande calcio √® arrivato un po’ tardi, dopo un periodo difficile in cui il giocatore avrebbe anche pensato pi√Ļ volte di smettere. Lo sbarco nella Capitale √® sicuramente l’apice del suo cammino, il passo pi√Ļ importante della sua carriera.

 

STORIA  CALCISTICA РJony è nato il 9 luglio 1991 (28 anni compiuti ieri) a Cangas del Narcea, comune situato nella comunità autonoma delle Asturie, piccolo comune che tocca appena i 15mila abitanti.
All’et√† di 6 anni entra a far parte del settore giovanile della Sociedad Deportivo Narcea, dove rimane fino ai 15 anni. Poi, nel 2007, un biennio nel Real Oviedo, tra i club asturiani pi√Ļ importanti, al termine dei quali si trasferisce, per gli ultimi due anni da non professionista, nella cantera del Barcellona. Il 26 settembre 2010, tornato al Real Oviedo, debutta nella “Segunda Divisi√≥n B” spagnola, terza categoria del calcio iberico. Nella stessa categoria veste le maglie di Marino de Luanco, Getafe B e Real¬†Avil√©s, fino ad arrivare allo Sporting Gijon B.
Il 10 maggio 2014, passato nella prima squadra del club asturiano, esordisce in Segunda Divisi√≥n nel match contro l’Hercules C.F., dove, con un forte tiro ad incrociare, mette a segno il suo primo gol nella seconda divisione spagnola, bagnando positivamente il suo debutto.
Jony contribuisce alla promozione del club che, nella stagione 2014-2015, sale in Liga BBVA. Al suo primo anno in Liga totalizza 5 reti in 36 presenze: un rendimento che scatena l’interesse del M√°laga, che lo acquista per il 23 giugno del 2016, facendogli¬†firmare un quadriennale. L’esperienza andalusa non si rivela tuttavia esaltante: in due stagioni il giocatore colleziona appena 29 presenze in Liga, condite da 2 reti.
Il 12 gennaio 2018 il club decide allora di girarlo in prestito in Segunda División alla sua ex-squadra, lo Sporting Gijon, dove con 21 presenze e 5 gol contribuisce al raggiungimento dei play-off per la promozione, persi contro il Valladolid (contro cui Jony mette a segno una marcatura).

NUMERI 18/19: MACCHINA DA ASSIST – Il suo apice, Jony lo ha vissuto¬†con la maglia dell’Alav√©s, nonostante abbia pi√Ļ volte sottolineato di quanto sia legato all’esperienza con lo Sporting. Rientrato dalla stagione al Gijon, l’asturiano viene girato¬†nuovamente in prestito. L’Alav√©s, club basco, decide di puntare su di lui e i numeri, anche nel massimo campionato iberico, cominciano a farsi interessanti. Al termine della “temporada”,¬†l’esterno totalizza 4 reti e ben 11 assist, il migliore dopo Messi e Sarabia (13). Il club, partito per lottare per la salvezza, raggiunge quota 50 punti, a sole 3 lunghezze da una possibile storica qualificazione ai preliminari di Europa League.

CARATTERISTICHE TECNICHE –¬†Un metro e 79 centimetri per 71 kg: caratteristiche fisiche che fanno di Jony un giocatore di media¬†stazza ma che, soprattuto, √® in grado di percorrere lunghe distanze in breve tempo. Non a caso, nella passata stagione, √® stato classificato come il terzo giocatore pi√Ļ veloce della Liga con 33,44 Km/h (alle spalle di Cristopher Ramos ed I√Īaki Williams).
Esterno sinistro dal piede mancino, anche nella passata stagione si √® ritrovato a giocare sia in un centrocampo a quattro che in uno a cinque. Questo fa di lui un giocatore duttile e adatto al sistema di gioco di Simone Inzaghi (3-5-2) ma anche ad eventuali cambi di modulo da parte del tecnico piacentino (4-4-2, 3-4-2 o 3-4-1-2). Dai compagni di reparto √® stato sempre considerato un altruista, oltre che uomo spogliatoio, poich√© predilige la via dell’assist a quella del gol. In un’odierna ipotetica formazione biancoceleste il posto sulla fascia sinistra vedrebbe in ballottaggio lui e il capitano Senad Lulic.

VITA PRIVATA E SOCIAL – Pochi giorni fa, Jony √® diventato padre per la seconda volta. Il 2 luglio √® nata sua figlia Daniela. Prima del calciatore c’√® l’uomo, padre e marito, amante della famiglia: valori importanti che spesso si riflettono sul campo. Sul suo account ufficiale di Instagram, @jonrodri23, il giocatore √® solito ad immortalare questi momenti. Follower d’eccezione il suo amico, connazionale e neo-compagno di squadra Luis Alberto.¬†Luis mi ha parlato bene dei tifosi biancocelesti, sar√† il mio mentore”.¬†Frasi che lasciano ben sperare, tra l’altro, per una permanenza del numero dieci nella capitale.

Ecco un video con alcune sue giocate:

 

 

M.B.

Follow LAZIALITA on Social
0