EXTRA LAZIO – Astori, spunta un nuovo documento che la Procura di Firenze ritiene falso

Si riapre il caso Davide Astori. Come riporta Leggo questa mattina, infatti, è spuntato fuori un documento, insindacabile, firmato da un medico che sostiene che il 10 luglio 2017 il calciatore venne sottoposto ad uno strain, un esame che approfondisce i comportamenti del cuore, che ne ha rilevato il malfunzionamento. Secondo la Procura del capoluogo toscano, però, Astori nell’ultima visita non è mai stato sottoposto a questo tipo di accertamento. Il PM Antonino Nastasi ha affermato, quindi, che quel documento è falso e per questo, come evidenzia il giornale, il medico è nuovamente iscritto sul registro degli indagati.
Viene riaperto, quindi, l’inchiesta sulla morte del calciatore avvenuta il 4 marzo 2018 a Udine, alla vigilia della partita contro la squadra friulana. Il nuovo fascicolo, come spiega il quotidiano, vede due indagati per falso materiale commesso da pubblico ufficiale: il dottor Galanti e una sua collega di Careggi.

Follow LAZIALITA on Social
0