FOCUS – MANUEL LAZZARI – Finalmente il laterale destro tanto atteso, giovedì le visite mediche

 

di G. Jacopo Romagnoli

Finalmente Manuel Lazzari, dopo un inseguimento durato oltre un anno, il laterale destro, oramai ex Spal, è pronto a vestire la maglia biancoceleste. Per le aquile si tratta di un colpo fondamentale e richiesto espressamente da Inzaghi. Con il suo arrivo la fascia destra è a posto, dopo le difficoltà viste con Marusic e Romulo, che mai del tutto hanno convinto. Per chiudere definitivamente questa operazione manca solamente la firma, che dovrebbe arrivare questo lunedì dopo le consuete visite mediche. Non è stata una trattativa semplice, come accade molto spesso in casa Lazio, per portarlo nella Capitale Lotito ha dovuto sborsare circa 9 milioni di euro più il cartellino di Murgia, che di fatto rimarrà a Ferrara. Da quello che circola in questi giorni, per il centrocampista centrare, cresciuto nella Primavera laziale, ci sarebbe una clausola di controriscatto fissata a oltre 10 milioni, in questa maniera la Lazio quando e se vorrà potrà riportarlo a Roma.

lazzari

COLPO LAZZARI – IDENTIKITLazzari è esattamente ciò che serve alla Lazio, un laterale con i piedi buoni, ben 8 assist nella passata stagione, proprio quello che era mancato ai biancocelesti negli ultimi anni. La fascia destra diventerà ufficialmente di sua proprietà, giocatore dalla grandissima corsa e propensione alla fase offensiva, l’unica cosa che sembra mancare è il senso del gol, la porta la vede poco, solo 2 gol in massima serie. Ma non è ciò a cui lui aspira maggiormente, a lui piacerebbe ripercorrere le orme del suo idolo Cancelo, terzino destro della Juve, forse ancora per poco, toccherà ad Inzaghi  spingerlo oltre i suoi limiti consegnandogli le chiavi dell’intera fascia. Approda in una big a 26 anni, quindi ancora giovane ma con già alle spalle una buona esperienza. Era uno degli obiettivi principali di Inzaghi, se non il numero 1, sin dal momento della firma al rinnovo del contratto. Perfetto per il 3-5-2 del tecnico piacentino, il ragazzo lo conosce a memoria visto che era impiegato nella stesso ruolo dalla Spal di Semplici. La sua carriera sembra essere sempre più in discesa dopo l’esordio in Serie A avvenuto nel 2017, proprio all’Olimpico contro quella che sarà la sua futura squadra, giocando una partita solidissima. Da quel giorno un’escalation in positivo di prestazioni, due campionati di alto livello gli hanno permesso il salto in una grande squadra. Il laterale destro, nato a Valdagno, era finito nel mirino di tante big. già dopo la sua prima stagione in massima serie, ma in accordo con il club estense aveva deciso per la permanenza. L’anno scorso è arrivata la definitiva consacrazione, un campionato ancora migliore di quello precedente e ora l’inizio di una nuova avventura, che da lunedì dovrebbe diventare ufficiale. Ma la sua storia calcistica nasce 7 anni fa, addirittura dalla Serie D, con la maglia del Montecchio e in seguito del Delta Porto Tolle. Quella strada lo ha portato prima in Serie A, poi anche al meritatissimo esordio in Nazionale datato 10 settembre 2018, in occasione della sfida tra Portogallo e Italia, un sogno per ogni calciatore che si rispetti.

TRATTATIVA INFINITA – Come detto il giocatore sarà a Roma questo lunedì per le visite mediche, la trattativa è stata piuttosto lunga e tortuosa, mancano da limare veramente gli ultimi dettagli prima delle firme sui contratti. A confermarlo è stato lo stesso ds della Spal Vagnati, ecco le sue dichiarazioni rilasciate a tuttomercatoweb.com: “Ne stiamo parlando, ci sono ancora delle situazioni da chiarire, e finché non ci sono le firme sul contratto non si può parlare di cosa fatta. A ogni modo siamo a un buon punto“. A dimostrazione del fatto che nel calcio, soprattutto quello moderno non si può parlare di cosa fatta prima delle firme. I dettagli riguarderebbero più Murgia, mentre l’accordo tra Lazio e Lazzari è completo, infatti il ragazzo sarebbe pronto a firmare un quinquennale da circa 1,2 milioni di euro a stagione.

J.R.

Follow LAZIALITA on Social
0