CorSport – Per Vavro si chiude nel weekend. Parla lo zio: “Da piccolo giocava attaccante”

Un emissario della Lazio è partito mercoledì per la Danimarca, obiettivo dichiarato il difensore del Copenaghen Denis Vavro.  C’è stato un primo incontro con la dirigenza danese che non ha portato alla fumata bianca, i biancocelesti hanno offerto 9 milioni più uno di bonus, il Copenaghen ne vuole 13.

Secondo il Corriere dello Sport  l’intermediario dei capitolini tenterà un nuovo approccio nel weekend, l’intesa si potrebbe trovare garantendo 11 milioni più bonus. Bisogna fare in fretta, sullo sfondo ci sono Atalanta e Roma.

Il 23enne slovacco ha già detto sì alla Lazio. Oggi è previsto un incontro con il suo club. Trapela ottimismo, si può chiudere nelle prossime 72 ore.

Caratteristiche: 

Denis Vavro è un difensore centrale classe ’96, fisico statuario (193 cm) che non gli impedisce di disporre di una discreta velocità. Ha i piedi buoni ed è abile sia nell’impostare che nel tentare la conclusione dalla lunga distanza. In Danimarca ed in nazionale gioca in una difesa a 4, ma gli addetti ai lavori assicurano che sa disimpegnarsi bene anche in uno schieramento a 3. Lo scorso anno ha giocato 50 partite tra campionato e coppe. Nel 2018 è stato premiato come miglior Under 21 slovacco.

Le origini:

Lo zio di Denis, Robert Vavro, svela al Corriere dello Sport un curioso retroscena: “Da piccolo faceva l’attaccante, poi nel tempo ha arretrato la propria posizione fino a trasformarsi definitivamente in un difensore. Per questo ha un’ottima tecnica di base. I suoi idoli erano Alessandro del Piero e Fernando Torres”.

 

Follow LAZIALITA on Social
0