Guido De Angelis: “Lotito? Dall’intervista nulla di nuovo è emerso. Mi aspettavo che il progetto dello stadio fosse già pronto come promesso da Diaconale mesi fa”

 

Guido-De-Angelis

 

L’intervista di Lotito rilasciata alla Gazzetta dello Sport accende gli animi dei laziali. Quanto dichiarato dal Presidente biancoceleste non lascia spazio all’immaginazione. Tanti i temi affrontati, molti dei quali non hanno dato un ulteriore spunto di interesse per i tifosi. Tare, Inzaghi, Milinkovic e Alberto sono i nomi che sono stati presi in considerazione nel corso dell’intervista. Professionisti che sono stati, e lo sono in alcuni casi tutt’ora, legati al futuro societario. Un avvenire biancoceleste dove diventa centrale anche la questione stadio di proprietà.
“Nulla di nuovo è emerso dall’Intervista a Lotito. Niente che ci possa far immaginare qualcosa di diverso. Per esempio, sullo stadio mi aspettavo che fosse già pronto il progetto – ha dichiarato Guido De Angelis durante la puntata di ‘Quelli Che’ andata in onda questa mattina su RadioSei -. Quando abbiamo invitato la Raggi in radio, Diaconale aveva garantito che a giugno sarebbe stato presentato a Formello”.
Per quanto riguarda il calciomercato De Angelis ha le idee chiare. “Il Presidente ha dichiarato che alla Lazio rimane solo chi vuole restare. A mio avviso l’importante è che la società faccia un buon mercato – ha sottolineato -. Wesley è stato acquistato dall’Aston Villa che ha chiuso velocemente la trattativa a 25 milioni di euro. Dopo due anni di trattative la Lazio è riuscita a farselo scappare. Io non credo alla storia che la società non fosse realmente intenzionata ad acquistare il giocatore belga. Se un giocatore è ritenuto importante per la crescita della squadra questo non può accadere”.

Follow LAZIALITA on Social
0