Caso Radu – Giordano: “Può ancora dare tanto, è un uomo spogliatoio”

 

Radu

 

Cosa sia successo a Formello riguardo a Radu non è ancora ben chiaro. Il futuro alla lazio del capitano sembrerebbe essere in bilico. Il caso scoppiato la scorsa settimana fa discutere i tifosi laziali che hanno visto da sempre nel giocatore romeno una bandiera pronta a portare in alto i colori biancocelesti. La sua grinta e il suo amore per la maglia non combaciano con quanto accaduto con la società. La rottura tra il difensore e la squadra sembrerebbe porre la parola fine sulla possibilità di vederlo indossare per un’altra stagione la maglia della Lazio. Un fatto che la Lazio dovrebbe risolvere per poter comprendere se c’è la necessità di acquistare un nuovo difensore che andrebbe a sostituirlo.
“Il caso è stato un fulmine a ciel sereno. Quello che Radu ha dato, e può ancora dare, alla Lazio è qualcosa di unico e raro – ha dichiarato nell’ultima puntata di ‘Quelli Che’ l’ex compagno di squadra del romeno, Stefano Mauri -. Conoscendo Radu la sua risposta, ad un possibile suo ripiegamento in panchina per la prossima stagione, è stata: ‘comprate chi volete e poi vediamo chi gioca’. Per lui una proposta del genere è una sfida che accetterebbe volentieri”.
Un Senatore che ha ancora molto da dare per la squadra capitolina. La sua grinta è una qualità di cui la squadra di Inzaghi non può fare a meno. Un uomo spogliatoio. Un capitano pronto a giocarsi un possibile posto da titolare, accettando anche il discorso panchina contrariamente da quanto fatto da alcuni suoi colleghi. “Se rimane a Roma, Radu, con la massima onestà, potrà dare tanto alla squadra – ha sottolineato Bruno Giordano interpellato sulla questione -. Lui è un giocatore che nello spogliatoio è un punto di riferimento”.
Un tema delicato, quello di Radu, che sembrerebbe spingere la società ad essere restia a comprare altri possibili titolari che potrebbero alternarsi a quelli già in rosa. “Il discorso della panchina non va fatto solo con il difensore ma con tutti i giocatori perché se si vuol raggiungere l’obiettivo Champions devi avere più titolari possibili, circa essere 17 o 18”, ha concluso Mauri.

Follow LAZIALITA on Social
0