‘Quelli Che..’ – Mauri: “Jony non potrà mai essere il sostituto di Lulic. Con lo spagnolo Inzaghi potrebbe pensare ad un cambio di modulo”

 

jony

 

Il mercato inizia ufficialmente il primo di luglio ma molti nomi vengono già affiancati alla Lazio. La società si sta muovendo per cercare i giocatori giusti per fare il salto di qualità che in molti, tifosi per primi, aspettano per poter continuare a crescere. Il passo in avanti dipende dai prossimi acquisti che la società riuscirà a mettere a segno. Quanto accaduto in passato sembra ripetersi anche quest’estate. La squadra, infatti, sembrerebbe essere propensa a pescare calciatori in altri campionati, glissando quello italiano. Un modo di fare mercato che ha, in alcuni casi, portato a Formello grandi campioni a cifre basse. Il caso Jony potrebbe essere un esempio. Il calciatore spagnolo è uno di quei probabili acquisti che la Lazio potrebbe concludere senza spendere denaro perché l’uomo assist verrebbe svincolato nell’eventualità in cui il Malaga perda i play-off di Segunda División contro il Deportivo.

“Jony è reputato un giocatore più forte di quanto vale. Ė chiaro che se da parte della Lazio c’è l’interessamento vuol dire che il calciatore è di qualità – ha sottolineato Stefano Mauri durante la puntata di ‘Quelli Che’ su RadioSei -. Una cosa però va detta: non può essere il sostituto di Lulic perché occupa un ruolo differente. Potrebbe essere uno di quei giocatori con caratteristiche diverse che possono permettere il cambio di ruolo nel corso della stagione o di una partita”.

Il prossimo modulo da impiegare, quindi, diventa centrale per capire quali acquisti la Lazio dovrà portare avanti. “Io credo che l’anno prossimo il mister ripartirà con il 3-5-2. Un modulo che nelle scorse stagioni ha prodotto grandi risultati – ha concluso l’ex capitano biancoceleste -. Nonostante tutto nel corso della stagione Inzaghi potrà cambiare formazione anche per far recuperare le forze ai suoi giocatori”.

Follow LAZIALITA on Social
0