CONFERENZA – Gasperini: “La VAR ha preso in giro 21mila bergamaschi. Tuttavia complimenti alla Lazio”

gasperini

Una conferenza stampa amara quella di Gian Piero Gasperini. Il tecnico dell’Atalanta, ancora in corsa per un posto in Champions, ha visto sfumare al minuto 82′ il sogno di un possibile trofeo dopo oltre 50 anni nella città di Bergamo. Queste le sue parole, tra rammarico e polemica per un rigore non concesso nel primo tempo, in conferenza stampa:

“È stata una partita non facile, bloccata. Loro sono bravi e forti e non siamo stati in grado di esprimere il nostro gioco nella prima frazione. Negli spazi aperti temevamo la Lazio, ne abbiamo concessi pochi in effetti. La ripresa è stata equilibrata e decisa da episodi. Il fallo da rigore comunque nel primo tempo è molto grave. Qui la chiarezza del regolamento è lampante. CI sarebbe stato anche un secondo giallo su Bastos e questa decisione è stata determinante ai fini del risultato. Questo toglie credibilità alla VAR, è grave non vedere ciò e non usare la tecnologia. Un brutto segnale da parte del nostro calcio che non comprendo. Togliamo la VAR se si usa a singhiozzo. È uno scandalo grandissimo, se non fossimo stati l’Atlanta forse non sarebbe accaduto. Non è una situazione dubbia come una palla che sfiora la mano. Vorrei capire cosa non funzionasse, forse si era rotto… Accetterei solo una risposta del genere. Faccio comunque i complimenti alla Lazio, ma soprattuto ai nostri tifosi, i veri vincitori. La VAR ha preso in giro 21mila persone venute da Bergamo, magari poi avremmo perso in maniera diversa, ma cosi non va bene. Ho fatto i complimenti alla Lazio, comunque sono forti ma non abbiamo demeritato. Gollini ha fatto poche parate, le difese oggi sono state più forti degli attacchi. Il regolamento è stato capovolto, ma complimenti alla Lazio”.

 

Follow LAZIALITA on Social
0