CONFERENZA – Lulic: “Siamo pronti, sarà una partita diversa da quella di 10 giorni fa. Il 26 maggio? Spero che l’eroe sia qualcun altro”

Lulic conferenza

 

ROMA, Stadio Olimpico – Il 26 maggio 2013 la storia di Senad Lulic nella capitale è radicalmente cambiata. La sua rete, segnata sotto la Curva Nord nell’ormai iconico minuto 71′ ha deciso il Derby di Roma numero 158, legandolo indissolubilmente ai cuori dei tifosi biancocelesti. Sei anni dopo, con la fascia al braccio, il numero 19 scenderà in campo per la settima volta in una finale con l’aquila sul petto.
Alla vigilia dell’atto finale di TIMCup tra i biancocelesti e l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, il capitano della Lazio è intervenuto in conferenza stampa:

 

Nella partita di 10 giorni fa quali difficoltà avete avuto nell’affrontare l’Atalanta?

“Abbiamo analizzato gli errori commessi nella sfida di dieci giorni fa. Domani sarà una gara diversa, una partita dove serviranno la testa e anche il fisico. Vedremo chi avrà più voglia di vincere”.

 

Servirà una Lazio diversa da quella di Cagliari. Oggi a Formello eravate concentrati. Vi sentite pronti?

“Noi siamo pronti, come ha detto il mister a Cagliari abbiamo giocato bene ma non siamo stati perfetti. Contro di loro ci servirà qualcosa di più di quanto visto in Sardegna”.

 

Il 26 maggio 2013 sei stato l’eroe della stracittadina che valse la finale. Ripensi a quella data?

Spero che domani l’eroe sia qualcun altro, chi sia a segnare non ha importanza. Per vincere è evidente che qualcuno debba segnare, l’importante è che qualcuno lo faccia per portare a casa la vittoria”.

 

 

Marcello Baldi

Follow LAZIALITA on Social
0