CONFERENZA – Inzaghi: “Niente cali di tensione, complimenti a Gasperini. Voglio una squadra unita per alzare la coppa”

IMG_2943

ROMA, Stadio Olimpico – √ą la sua terza finale in altrettanti¬†anni di guida completa della Lazio (precedenti Juventus-Lazio 2-0, coppa Italia 2016/17 e Juventus-Lazio 2-3, supercoppa italiana 2017). Simone Inzaghi, alla viglia del match, ha risposto alle domande dei cronisti presenti nella sala stampa dello stadio dove prender√† luogo la finale tra Atalanta e Lazio. Di seguito le dichiarazioni del tecnico.

 

Come arriva la squadra a questa partita? Sono state eliminate le scorie del match di campionato¬†contro l’Atalanta?

Abbiamo fatto una buona partita sabato su un campo non semplice¬†come quello di Cagliari. Normale che domani sera sar√† una partita molto importante, secca. Ci siamo incontrati 10 giorni fa, sar√† una bellissima partita. Vorr√≤ vedere la mia squadra unita e compatta per fare in modo¬†di non avere¬†i cali di tensione e errori individuali che possono essere letali in una partita con l’atlanta.

 

Quanto può cambiare gli umori e i giudizi alzare la coppa al cielo?

√ą una partita improtnanitissima, la giochiamo qui a Roma, nel nostro stadio, davanti ai nostri tifosi. Abbiamo la fortuna di avere tanti giocatori in rosa che hanno gi√† ¬†giocato partite improntati. Ci dobbiamo arrivare lucidi, consapevoli di noi stessi. Abbiamo queste partite nel nostro DNA e dovremo giocarla nel migliore dei modi.

 

Quanto vale la gara anche in vista del discorso Europa League?

I ragazzi lo sanno. Abbiamo due strade per andare in Europa. Questa √® la strada pi√Ļ corta e semplice, poi avremo due partite in campionato. La nostra testa ora √® solo a domani sera.

 

Tante squadre di rango non ci sono, cosa significa per la Lazio esserci?

L’ho detto anche avanti al presidente della Repubblica. Queste due squadre hanno fatto una grandissima cavalcata. Atalanta e Lazio hanno dimostrato, pur non essendo favorite, di meritare la finale. Domani una dovr√† prevalere sull’altra, sperando che a vincere sia la Lazio. La cavalcata di Atalanta e Lazio √® stata entusiasmante.

 

Per questa partita è stato designato Banti. La soddisfa la designazione?

Molto, penso che si sia meritato sul campo la designazione. Dopo tanti anni che siamo in Serie¬†A da giocatori prima e da allenatori poi si possono avere precedenti pi√Ļ o meno positivi con gli arbitri. Abbiamo vinto l’ultimo precedente, la partita col Parma, purtroppo abbiamo perso quella di Genova. Banti si¬†√® meritato la designazione di questa finale.

 

Di solito rigiocare la seconda partita fa trovare contromisure diverse agli allenatori. Da cosa parti? In coppa Italia non ci sono mai stati cali di tensione, ti sei dato una spiegazione?

Per quanto riguarda i cali di tensione e gli errori individuali l’ho detto prima. Dovremo essere lucidi per far s√¨ che i cali non avvengano. Per quanto riguarda l’Atalanta abbiamo perso due volte, gli altri anni avevamo quasi sempre vinto noi. Abbiamo la¬†partita¬†di due settimane fa molto importante¬†che ci ha insegnato¬†tante cose. Giochiamo contro una squadra¬†che sta facendo cose¬†straordinarie¬†quest’anno. Hanno un grande allenatore. La cosa che pi√Ļ conta sar√† la leggerezza dei miei ragazzi. Sono sereno e fiducioso, li ho visti lavorare nel migliore dei modi. Dovremo mantenere la lucidit√†. √ą una partita¬†secca e sar√† una gara lunga. Non basteranno 90 minuti forse, i ragazzi sono pronti a tutto.

 

Immobile ha passato un periodo complicato dal punto di vista dei gol. Che tipo di atteggiamento avrai nei suoi confronti?

Penso che abbia le stesse chance di Correa e Caicedo. Ho la fortuna di avere tre attaccanti che stanno molto bene, mi stanno soddisfacendo. Chi andr√† in panchina verr√† chiamato a partita in corsa. Capiter√† anche che uno tra Milinkovic e Parolo sia fuori, cos√¨ come uno tra Romulo e Marusic. La stessa cosa potr√† capitare in difesa. A fare la differenza √® la compattezza della mia squadra. Se avverr√† l’unione di intenti potremo vincere la coppa che per noi √® molto importante.

 

Giocando con lo stesso modulo, hai studiato Gasperini? Questa partita potrà incidere sul tuo futuro alla Lazio?

Penso che il mio futuro verr√† deciso quando finir√† il campionato con un incontra¬†tra me¬†e la societ√†. Non credo sia il momento di parlarne. Vanno fatti i complimenti¬†all’Atalanta¬†e a Gasperini. √ą un ottimo allenatore, tante cose le ho guardate da lui, ho cercato di apprendere dagli allenatori¬†che ho avuto in carriera. Onore all’Atalanta e alla Lazio, domani vedremo¬†nella partita¬†secca chi riuscir√† ad alzare al coppa.

 

 

Follow LAZIALITA on Social
0