FOCUS – Atalanta-Lazio, finale inedita ma spettacolare: quanti duelli sul campo…

 

finale-coppa-italia-2019-atalanta-lazio-660x330

di G. Jacopo Romagnoli

Sarà una sfida inedita quella che vedrà affrontarsi Atalanta e Lazio in finale di Coppa Italia. Le due squadre arrivano alla partita con due successi per 2-1, ma i bergamaschi sembrerebbero essere al meglio sia dal punto di vista fisico che quello mentale. L’Atalanta ha giocato e sta giocando una stagione stratosferica, vicinissima al traguardo storico della qualificazione alla Champions League e alla finale dell’Olimpico. Non è stata, altrettanto, convincente l’annata della Lazio, condizionata da continui alti e bassi, che non le hanno permesso di lottare fino alla fine per il quarto posto, ma che allo stesso tempo le hanno regalato il pass per la finale di mercoledì.

Lazio-Atalanta

FINALISSIMAPer i bergamaschi si tratta della quarta finale della sua storia, il suo unico successo risale al 1962-63. L’ultima è datata 1996, ad imporsi fu la Fiorentina. Diversa la storia della Lazio in questa competizione. Quella di mercoledì sarà la decima volta, la quarta negli ultimi 7 anni. Sono arrivati 6 trionfi, l’ultimo, il più importante, nel famoso derby del 26 maggio. Le ultime due finali disputate dai biancocelesti sono state piuttosto sfortunate e hanno sempre visto uscire vincitore la Juventus. In questa competizione le due compagini si scontrate 9 volte e il bilancio è leggermente a favore delle aquile, che hanno vinto in 3 occasioni, a fronte di 2 sconfitte e ben 4 pareggi. Il primo confronto è lontanissimo, addirittura il 1938, la Lazio vinse 1-0, l’ultimo è l’1 ottobre 2008, ancora un successo biancoceleste per 2-0, firmato da Ledesma e Pandev.

1495726964110.jpg--lulic_eroe_del_26_maggio

DUELLI SUL CAMPO – Questa sfida sarà spettacolare da vedere anche grazie ai numerosi interpreti che la giocheranno. Da una parte il Papu Gomez, Ilicic, Zapata, Freuler, dall’altra Correa, Luis Alberto, Immobile e Milinkovic se dovesse recuperare dall’infortunio. Altra grande stagione per il funambolo argentino Gomez, tanta corsa, super dribbling a disposizione dei suoi compagni, non a caso Inzaghi lo avrebbe voluto a più riprese vederlo con l’aquila sul petto. Correa, invece, si è inserito in maniera eccellente nell’ambiente Lazio, 4 gol, forse non molti, ma tanti assist e belle giocate. Per Ilicic stagione straordinaria con la bellezza di 11 gol e 7 assist e una continuità mai vista dal talento sloveno da quando gioca nel campionato italiano. Alti e bassi nella stagione di Luis Alberto, condizionata da parecchi malanni fisici, sicuramente una seconda parte in netta crescita per lo spagnolo, che rimane comunque un giocatore fondamentale nello scacchiere laziale. Sarà il confronto anche tra due bomber di razza come Zapata e Immobile, il primo esploso realizzativamente proprio in questa stagione, il secondo non sta vivendo il suo miglior momento, ma rimane una minaccia costante. A centrocampo a farla da padrone saranno i centrali, se da una parte Freuler e De Roon danno tanta sicurezza, la Lazio si aspetta da Leiva e Milinkovic, se sarà della partita, una prestazione importante. Le corsie laterali potranno risultare decisive ai fini del risultato finale, in questo caso la differenza tra le due squadre sembra esserci, le prestazioni di Castagne, Hateboer e Gosens sono state sensazionali. Non sempre, invece, sono stati capaci di dare lo stesso supporto le fasce laziali, con Lulic, sicuramente positivo, ma in calo soprattutto dal punto di vista fisico e Marusic che non ha convinto molto, perdendo il posto a favore di un Romulo più efficace.

215935686-8a0e5127-f5b7-4de9-9a67-3e60397024cb

Non ci resta che attendere il fischio di inizio di questa inedita finale, augurandosi di godere di uno spettacolo, che certamente le due squadre sono in grado di dare. Vincere per la Lazio vorrebbe dire salvare una stagione che altrimenti rischierebbe di diventare un vero e proprio fallimento, con tanto di rivoluzione in sede di mercato. Per gli orobici sarebbe la ciliegina sulla torta di una stagione fantascientifica e storica che potrebbe portare una coppa in bacheca e una qualificazione insperata alla prossima Champions League.

J.R.

 

Follow LAZIALITA on Social
0