Inzaghi: “Vittoria che ci tiene vivi, la Lazio è lì da 3 anni. Caicedo forte e amato da tutti”

 

Inzaghi-5

L’allenatore della Lazio Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel dopo gara di Sampdoria-Lazio. La vittoria di Marassi per 2-1 tiene alte le speranze europee per i biancocelesti. Ecco la sua intervista integrale.

“La Lazio lascia tutti interdetti per la incapacità di gestione della gara? Il motivo per cui vi lascia interdetti è che voi la vedete giocare talmente bene la Lazio che poi purtroppo ci sono anche gli avversari, oggi nonostante l’inferiorità non ha mollato la Samp, col 3-0 di Romulo la avremmo chiusa e le gare finché non fai il 3-0 non sono chiuse, tra l’altro va considerato il fattore mentale perchè avevamo fatto una gara in coppa Italia dispendiosa a San Siro. Abbiamo vinto tre volte a San Siro, in classifica dopo 3 anni siamo sempre lì, ancora lì a lottare, in Europa League probabilmente saremmo andati più avanti se non fossimo stati contati col Siviglia. Oggi il risultato ci tiene vivi e da anni siamo sempre lì a lottare tra le prime posizioni. Caicedo? È forte, è un calciatore intelligente e lo scorso anno quando molti lo criticavano io l’ho sempre difeso, ho voluto tenerlo, ho preteso rimanesse con noi perché è bravissimo nel tener palla e farci salire, e fa anche gol, è amato da tutti quanti nello spogliatoio e si sta ritagliando uno spazio importante, nelle ultime 4 ne ha giocare 3 da titolare, ho 3 punte e ne giocano due, loro lo sanno e devo scegliere ogni volta, fino a emrocledi mattina volevo farlo giocare a San Siro. Immobile ha riposato oggi, Caicedo ha riposato a San Siro e Correa ha riposato col Chievo. Tutti e tre insieme? È possibile, avevo pensato a questa soluzione per oggi perché erano tutti e tre recuperati e stavano bene, volevo provare Correa nella posizione di Luis Alberto ma poi ho Cataldi e Badelj che mi mettono in difficoltà tutte le settimane perchè sono due professionisti seri e meritano di giocare, oggi hanno fatto tutti e due bene quando sono stati chiamati in causa. Quota Champions? Bisogna non guardare la classifica, siamo in ritardo ma la vittoria su un campo difficilissimo ci tiene vivi, abbiamo un calendario tosto perche abbiamo l’Atalanta e poi andiamo a Cagliari ma se giochiamo sempre così con questo spirito sarà un problema per le altre”.

Follow LAZIALITA on Social
0