Lazio bella con Correa in campo, poi cala. Grave ingenuità di Durmisi

Schermata 2019-04-13 alle 23.38.21

MILANO, Stadio Giuseppe Meazza – La Lazio non riesce a spezzare l’incantesimo che dura da 30 anni. Non arriva la vittoria a San Siro, anzi: il Milan ottiene il successo su un calcio di rigore trasformato da Kessie al 79′. Inutili le proteste (seppur poche) dei laziali, che al minuto 93 vedono Rodriguez dare un calcio a Milinkovic in area di rigore: per Rocchi non c’è fallo, la partita resta sull’1-0. Come di consueto a margine del match, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

STRAKOSHA 6 – Subisce gol su rigore, ma esegue interventi buoni su Piatek e Suso. Ci fa venire i brividi con un rinvio nel finale del secondo tempo.

LUIZ FELIPE 6 – Molto bravo in chiusura più volte su Borini e Suso, legge bene i passaggi in profondità. Sbaglia ogni tanto nell’impostazione.

ACERBI 6,5 – Impiega tutta la grinta che ha in corpo. Purtroppo non basta per evitare la sconfitta.

BASTOS 6 – Non fa male, anzi. Dà una mano a Lulic su Suso (PAROLO s.v.).

ROMULO 6,5 – Spinge e difende, ma è poco lucido nella scelta dei cross: tutti troppo morbidi. Nel secondo tempo ha l’opportunità per segnare, sceglie di tirare sul primo palo e Reina riesce a parare.

MILINKOVIC-SAVIC 6,5 – C’è un rigore enorme su di lui al 93′, nei primi 60 minuti è tra i migliori dei suoi. La squadra si appoggia a lui, poi cala prima del gol rossonero.

LEIVA 6,5 – A tratti in difficoltà, ma non perde mai la testa. La gara è stata giocata quasi sempre con squadre lunghe, lui si trova nel mezzo a recuperare e impostare.

LUIS ALBERTO 6,5 РSbaglia poco, prova a creare occasioni nel primo tempo. Nel secondo ̬ tra i pochi a usare testa e piedi.

LULIC 6 – È in fase calante, ma prova sempre a non fermarsi sulla fascia. Tenta qualche cross, ripiega in difesa. Capiamo la sua importanza quando esce (DURMISI 3 – Non fa nulla di buono, come accaduto in tutta la stagione. Oggi decide il risultato concedendo un rigore al Milan per un fallo ingenuo su Musacchio, dopo che il VAR, giustamente, aveva ribaltato la decisione di Rocchi sul non-fallo di mano di Acerbi).

CORREA 6,5 – Gioca praticamente solo un tempo. La sua assenza si sente nel secondo: nei primi 45 minuti è un pericolo costante per i rossoneri. Esce in lacrime, speriamo siano di rabbia più che di dolore (CAICEDO 5 – Non incide positivamente, fa poco in avanti. L’unica azione degna di nota è un passaggio in verticale per Romulo al 65′).

IMMOBILE 6 – L’ottavo palo stagionale lo condanna nel primo tempo, l’infortunio di Correa lo frena nel secondo. Ciro ha bisogno di un’assistenza, e la trova a inizio gara, in cui ha due occasioni.

 

INZAGHI 6 – Mette in campo Durmisi nel secondo tempo, e il cambio purtroppo decide in negativo la partita. Tuttavia, ad essere sinceri, chi poteva entrare per far rifiatare Lulic? Forse l’unico giocatore di ruolo era proprio il numero 14 che commette il fallo da rigore su Musacchio. Peccato, perché la sua Lazio meritava il pareggio dopo un gran bel primo tempo.

Follow LAZIALITA on Social
0