Immobile sottotono, Patric ingenuo. È tutta la Lazio a frenare

Schermata 2019-04-03 alle 22.58.34

FERRARA, Stadio Paolo Mazza – La Lazio, dopo la bella vittoria a Milano contro l’Inter, cade negli ultimi minuti di gioco in trasferta, in seguito a un episodio di cui molto si sta discutendo, legato al rigore concesso alla SPAL. È Petagna a trasformare il penalty, e a spostare gli equilibri al novantesimo. Come di consueto a margine del match, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

STRAKOSHA 5,5 – Ci fa venire i brividi nel primo tempo con un bruttissimo rinvio, regalando il 3 vs 3 alla SPAL, fortunatamente non sfruttato dagli avversari. In precedenza esegue una bella parata su Fares. Per il resto della gara continua a non uscire e sbaglia i rilanci per i compagni.

PATRIC 5 – Sul giudizio pesa il rigore. Il solo aver concesso il dubbio a Guida, all’ultimo giro d’orologio del secondo tempo, denota poca attenzione. Dispiace per un ragazzo che stava crescendo di rendimento nelle ultime partite (PAROLO s.v. – Il tempo di entrare e farsi ammonire).

ACERBI 6 – Non precisissimo oggi, non soffre molto gli attacchi della SPAL, ma non riesce a dare la brillantezza che serviva alla retroguardia.

BASTOS 6 – Buona gara la sua, si conferma in forma. Ha un’occasione di testa nella ripresa, ma non colpisce con la giusta precisione.

MARUSIC 5,5 – Ha la colpa di sbagliare dopo il 70′ un rigore in movimento sulla sponda di testa di Milinkovic. Errori del genere pesano tanto sull’andamento della gara, speriamo non possa incidere molto sulla posizione finale. Anche se ora il momento non fa ben sperare.

MILINKOVIC 6,5 – È uno dei pochi che prova a fare qualcosa di buono in avanti. Serve Leiva in corsa e fa da sponda ai compagni ogni tanto. Milinkovic non trova mai la via del tiro.

LEIVA 6,5 – Fa gli straordinari. Copre quello che lasciano sguarnito i suoi compagni. Sfiora il gol nella ripresa.

LUIS ALBERTO 6 – Sbaglia diversi calci d’angolo, poi riprende la mira e serve alcuni traversoni ben calibrati. La SPAL si chiude, non trova la zampata vincente, ma almeno assiste i compagni.

LULIC 6 – Non in forma straordinaria, prova a dare tutto. È costretto a giocare anche quando non è al meglio, tenta qualche cross al centro (DURMISI 5 – Inutile alla manovra della Lazio. Non spinge, non difende. Prende anche un’ammonizione)

CORREA 6 – Non sta al meglio e si nota. Meno brillante e preciso del solito, prova a creare qualche azione con Milinkovic e Luis Alberto, ma non riesce.(CAICEDO 5,5 – Si dà da fare, ma non incide. La Lazio prova a giocare bene per 5-10 minuti, dopo il suo ingresso in campo, con fraseggi sulla trequarti. Il suo compagno di reparto appare meno in forma di lui).

IMMOBILE 4,5 – Questa sera è in grande difficoltà. A volte ostacola i suoi compagni, non si intende con gli altri e fa i movimenti sbagliati. Serata da dimenticare.

 

INZAGHI 6 – Gli uomini sono quelli. Fortunatamente, temporalmente parlando, la trasferta di oggi non è quella di Crotone, non è l’ultimo match fuori casa del campionato. La sua Lazio appare però decisamente meno brillante. Sorge un dubbio: in un’ora trascorsa tra primo tempo e intervallo, i suoi non cambiano molto modo di giocare. Era difficile superare il muro della SPAL, ma la manovra è stata sempre lenta.

Follow LAZIALITA on Social
0