Inzaghi vince a San Siro con la qualità in campo. Super Milinkovic, Leiva sempre più prezioso

IMG_ECC7320195A4-1

 

MILANO, Stadio Meazza – La Lazio espugna la San Siro nerazzurra vincendo di misura una partita giocata bene. È Milinkovic a decidere il match, con un gran colpo di testa sul cross di Luis Alberto. Come di consueto al margine del match, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

STRAKOSHA 7 – Fa bene tra i pali e sembra migliorato nelle uscite. Dovrà ancora lavorare sui rinvii, ma per oggi va bene così.

LUIZ FELIPE 7 – Buona partita la sua. Gioca per dei tratti del primo tempo con un pizzico di sufficienza, poi esce bene e nella ripresa esegue buoni interventi. Tiene bene su Perisic.

ACERBI 7 – Perde Keita solo in un’azione nella prima frazione, per il resto dà sicurezza alla difesa. È il nostro comandante della retroguardia, con lui la Lazio sa tenere anche la linea bassa senza rischiare troppo.

BASTOS 7 – Ci fa venire i brividi a cinque minuti dalla fine rischiando un autogol, con un colpo di testa verso la porta di Strakosha: è l’unica piccola macchia di una bella gara. Per il resto della gara fa bene, chiude le azioni offensive e va vicino al gol, sempre con la fronte, nel primo tempo.

ROMULO 6,5 – Spinge, offre buoni cross, e difende bene. Buona partita

MILINKOVIC-SAVIC 8 – Grande partita alla scala del calcio. Forse è una delle sue migliori gare: il serbo quest’anno si sta sacrificando anche in fase difensiva, esegue una gran quantità di lavoro sporco, e oggi ha trovato meritatamente il gol.

LEIVA 9 – Monumentale. È il nostro baluardo, salva la Lazio in ogni situazione, si fa trovare sempre pronto e tiene calmi i compagni. Enormemente prezioso.

LUIS ALBERTO 8 – Tanta qualità. Il centrocampo dell’Inter per un’ora soffre lo spagnolo che sposta il pallone, dialoga bene con i compagni e manda in porta Milinkovic. Bella partita (PAROLO 6,5 – Entra e fa ciò che gli chiede Inzaghi: mantenere il risultato e combattere in mezzo al campo).

LULIC 6 – Commette qualche errore di precisione nel primo tempo, ma dà tutto durante il corso della gara. Esce stremato (DURMISI s.v.).

CORREA 6,5 – Nei primi 25 minuti, gli unici in cui è in campo, fa bene. È pericoloso, cerca di muoversi bene tra le linee. Poi viene fermato da un problema alla schiena (CAICEDO 6 – Ha il merito di avere, come sempre, la solita occasione che potrebbe cambiare o chiudere la partita. Questa volta la sbaglia, ma si intende bene con Immobile).

IMMOBILE 7 – Non è preciso nel tiro che esegue nella ripresa sul colpo di tacco di Caicedo, ma guadagna una tale quantità di punizioni da far lievitare il suo voto. Inesauribile, lotta fino alla fine.

 

INZAGHI 8 – Le vittorie contro le big aprono e chiudono il mese di marzo: prima il derby, ora l’Inter a San Siro. Simone mette in campo tutta la qualità della Lazio, e la squadra lo ripaga. Tutti, anche chi è più portato alla fase difensiva, difendono insieme il risultato, sacrificandosi per i compagni. Grande, pesante vittoria al Meazza.

Follow LAZIALITA on Social
0