FORMELLO – Inzaghi senza 6 nazionali, a riposo in molti. Leiva protagonista in partitella, Cataldi ormai habituĂ© del 3-0…

 

IMG-20190213-WA0023

 

 

di Niccolò Faccini

 

 

FORMELLO – Dopo il rotondo e meritato successo sul Parma ottenuto domenica scorsa senza disdegnare un gioco spumeggiante, consacrato dalla bellezza della terza marcatura (avvenuta dopo 22 tocchi consecutivi, con la sfera passata per i piedi di dieci undicesimi della squadra) Simone Inzaghi ha ritrovato una rosa se non dimezzata quantomeno ridotta a causa degli impegni delle Nazionali. Sei calciatori biancocelesti si sono uniti alle proprie selezioni e non saranno a disposizione prima della metĂ  della prossima settimana. Al Fersini, così, la seduta è per pochi intimi. Manca Badelj, che con la sua Croazia affronterĂ  l’Azerbaigian giovedì 21 marzo e l’Ungheria domenica 24 per le qualificazioni al prossimo Europeo, per poi tornare a disposizione nella giornata di martedì prossimo. Non si vede nemmeno Quissanga Bastos, partito con la nazionale dell’Angola. La selezione africana se la vedrĂ  venerdì 22 marzo con il Botswana a Francistown in gara valevole per le qualificazioni alla prossima Coppa d’Africa. Non c’è nemmeno il bomber di Torre Annunziata Ciro immobile, che ha lasciato Formello per prendere parte al ritiro dell’Italia di Roberto Mancini, chiamata a mettere in discesa il cammino azzurro nelle qualificazioni europee. Due gli impegni, contro Finlandia e Liechtenstein, in programma rispettivamente sabato 23 marzo e martedì 26 marzo. Prima di mercoledì prossimo Ciro non calcherĂ  dunque il campo di Formello, andando così a completare il primo allenamento completo soltanto giovedì 28. Le qualificazioni all’Europeo interesseranno anche uno dei calciatori apparso maggiormente in ascesa nelle ultime prestazioni dei biancocelesti. Adam Marusic infatti è stato convocato dal Montenegro per le sfide a Bulgaria e Inghilterra che si disputeranno venerdì 22 e lunedì 25 marzo, la prima in terra bulgara e la seconda a Podgorica. Se Strakosha è stato depennato dalla lista dei convocati del commissario tecnico dell’Albania Panucci ed è così rimasto nella Capitale, Sergej Milinkovic ha risposto presente alla chiamata della Serbia e dovrĂ  guidare la nazionale contro avversari di tutto rispetto: prima l’amichevole di questa sera alla Volswagen Arena contro la Germania, poi l’esame CR7. Il campione della Juventus è tornato infatti in Nazionale e lunedì 25 marzo sarĂ  in campo in Portogallo-Serbia, esordio nel percorso delle qualificazioni europee sul terreno del Da Luz di Lisbona. Infine, Pedro Neto. Il baby portoghese avrĂ  addirittura tre impegni lontano da Roma, tutti valevoli per le qualificazioni agli Europei Under 19: i pari etĂ  di Cipro, Turchia e Scozia saranno gli avversari del giovane che tanto bene sta facendo con la maglia della Lazio e che nell’ultima partita contro il Parma è rimasto in campo quasi mezz’ora. Avrebbe dovuto essere lontano da Formello ed invece giĂ  si allena al Fersini Luiz Felipe Ramos. L’ex Salernitana era stato chiamato da Di Biagio con l’Under21 italiana ma ha preferito attendere la convocazione del Brasile e così giĂ  prepara coi compagni rimasti a Roma la trasferta contro l’Inter in programma il 31 marzo.

 

Un allenamento intenso quello predisposto dal tecnico Inzaghi, che ha fatto lavorare i calciatori sul possesso palla dopo alcuni percorsi a ostacoli e varie esercitazioni incentrate sulla forza. Oltre agli assenti giustificati – i convocati in nazionale appunto – al Mirko Fersini mancano anche Patric, Correa e Luis Alberto, lasciati a riposo dal mister. Non c’è neanche Valon Berisha, che non ha risposto alla chiamata del Kosovo per smaltire definitivamente l’infortunio che lo ha costretto ai box relegandolo ai margini della rosa. L’ex Salisburgo ha intenzione di rendere importante la sua prima – ad oggi sfortunata – stagione in biancoceleste e ha come obiettivo quello di essere a completa disposizione di Simone Inzaghi per il rush finale. La seduta si è conclusa con la solita partitella a campo ridotto, che ha visto protagonista Lucas Leiva. A portare in vantaggio i non fratinati ha pensato Riza Durmisi, poi Caicedo e Cataldi hanno arrotondato portando il punteggio sul 3-0. Ormai Danilo sembra un habituĂ© della terza marcatura. Il poker è firmato da Lucas Leiva con un pregevole pallonetto, che ha anticipato i gol della bandiera dei fratinati, siglati da Capanni e Marco Parolo. A chiudere i giochi ancora Lucas Leiva, con un altro scavino di lusso sull’uscita del portiere. Alla partitella finale terminata 5-2 non ha partecipato Thomas Strakosha, che nelle ultime gare ha accusato problemi alla spalla e non prenderĂ  alcun rischio in queste settimane. L’albanese ha comunque partecipato regolarmente alla prima parte della seduta assieme ai colleghi Proto e Guerrieri. Domani pomeriggio è previsto un altro allenamento, mentre nella mattina di sabato andrĂ  con tutta probabilitĂ  in scena la consueta amichevole in famiglia con la Primavera biancoceleste. Si attende il recupero di Berisha, che dovrebbe essere davvero questioni di giorni, mentre come noto Jordan Lukaku ha finito in anticipo la stagione. Le giornate di domenica e lunedì saranno libere, ma da martedì giĂ  si comincerĂ  a fare sul serio. Gli ultimi nazionali a rientrare saranno Immobile e Pedro Neto, che non si rivedranno prima di mercoledì prossimo. Ad attendere la Lazio un vero e proprio tour de force, con 8 gare da disputare in 28 giorni: si parte il 31 marzo a San Siro, si finisce con la Sampdoria a fine aprile, nel mezzo 7 gare di campionato (compreso il recupero con l’Udinese fissato per il 10 aprile) e la delicatissima semifinale di ritorno di Coppa Italia col Milan. Si giocherĂ  sempre ogni tre giorni, e la prossima settimana “libera” della squadra sarĂ  ad inizio maggio. “Dovremo lavorare bene coi giocatori che rimarranno durante il break delle nazionali, avremo 5 gare ravvicinate in 14 giorni dopo la sosta, dovremo gestire bene le energie, saranno due settimane di lavoro importantissime per noi”, aveva detto Inzaghi nella conferenza stampa successiva al 4-1 sul Parma. Il conto alla rovescia è appena cominciato.

 

N.F.

Follow LAZIALITA on Social
0