Durmisi: “Ho sofferto di depressione, ma ho il sostegno della Lazio”

Schermata 2019-03-17 alle 06.25.29

È stato il primo acquisto della campagna estiva della Lazio. Pagato 6,5 milioni di euro al Betis Siviglia, Riza Durmisi approdava a Roma da semi sconosciuto per un semplice tifoso che non segue il calcio internazionale. In realtà in Spagna era stato per due anni di fila uno dei migliori esterni della Liga e molti addetti ai lavori scommettevano sulle sue qualità.

Il classe 94’ danese sapeva che nella capitale avrebbe dovuto battere la concorrenza dell’intoccabile per eccellenza, il capitano Senad Lulic, ma non si era tirato indietro, accettando di buon grado la nuova sfida.

Nell’intervista rilasciata al portale danese Backstage Durmisi rivela di aver passato dei momenti durissimi nei primi mesi a Roma, ma di essere stato più volte tranquillizzato dalla Società che crede in lui: “Parlo molto con il ds Tare, mi aiuta ogni giorno e mi dice di continuare a lavorare ché presto avrò le mie possibilità. Lui sa anche che il mio percorso fin qui sarebbe potuto essere diverso: prima l’infortunio alla coscia, poi quello al braccio”.

Il giocatore biancoceleste non nasconde di aver anche sofferto di depressione: “Ho vissuto momenti di depressione, li ho superati pensando alle cose belle che ho, come la famiglia. A volte dimentichiamo di essere grati per quello che abbiamo: poter respirare e stare bene. Ho entrambi gli occhi, entrambe le braccia e sono sano, mi sento benedetto”.

Poi un augurio per il match di domenica con il Parma: “Spero di avere una possibilità di giocare già domenica contro il Parma, mi sono allenato bene durante questa settimana”.

Follow LAZIALITA on Social
0