Terracciano e Strakosha, destini intrecciati: da comprimari a titolari nell’ultima partita di campionato

Schermata 2019-03-12 alle 12.13.33

Correva la stagione 2015/16, tra le varie operazioni di mercato la Lazio cede a titolo temporaneo Thomas Strakosha alla Salernitana.

L’annata per i granata non è delle piĂą fortunate, Leonardo Menichini viene richiamato alla guida tecnica della squadra (aveva giĂ  allenato i campani nella stagione precedente) per sostituire Vincenzo Torrente. La matematica salvezza viene raggiunta soltanto dopo lo spareggio vinto 1-4 all’andata e 1-0 al ritorno, contro la Virtus Lanciano.

L’estremo difensore albanese, al pari della squadra, non vive una buona stagione. Offre prestazioni dal rendimento altalenante, finendo spesso in panchina. Sono soltanto 12 le presenze dal primo minuto, con 15 goal incassati e 2 partite senza subire reti. A giocarsi col classe ’95 il posto di titolare c’è Pietro Terracciano, che a fine stagione conta 35 presenze dal primo minuto (tra Coppa Italia, Campionato e Play-out), 50 goal subiti e 9 partite dove la “sua” porta resta inviolata. L’attuale portiere della Fiorentina, è stato protagonista dell’ultima partita di campionato, con almeno un paio di interventi “miracolosi”, tra la Lazio e i viola.

Da comprimari alla Salernitana ad avversari nell’ultima partita di campionato, una casualità non prevista. Strakosha (dopo lo scontro con Dzeko al derby) era in forte dubbio per la trasferta di Firenze, mentre Terracciano non giocava dal 6 ottobre.

Follow LAZIALITA on Social
0