Correa si conferma, bravi Patric e Marusic. Su Immobile…

Schermata 2019-03-10 alle 22.45.58

FIRENZE, Stadio Artemio Franchi – La Lazio perde due punti in Toscana in seguito a un ottimo primo tempo, durante il quale surclassa la Fiorentina senza poi raddoppiare. Come di consueto a margine del match, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

STRAKOSHA 6 – Continua a sbagliare rinvii. Dovrebbe dare più sicurezza ai suoi. tuttavia non è autore di errori clamorosi.

PATRIC 6,5 – Si fa trovare pronto negli anticipi, prova qualche incursione in avanti. Ha poche colpe in occasione dell’1-1 viola. Copre bene e riparte in attacco

ACERBI 6 – Sbaglia poco, ma ancora una volta la difesa (e lui con questa) soffre il cross basso dal fondo. da cui arriva puntualmente il gol avversario.

RADU 5,5 – Fa tremare tutti a un quarto d’ora dalla fine toccandosi la coscia. Per quanto riguarda la prestazione, la sua gara si fa difficile e poco pulita nel secondo tempo. Esce a poco meno di 10′ dalla fine per un problema fisico (BASTOS s.v.).

MARUSIC 6,5 – Spinge sulla destra, si muove bene con Patric. Partita positiva rispetto allo standard con cui ci aveva abituato quest’anno. La sua attività di gioco aumenta durante la gara.

MILINKOVIC 6 – Partita di sacrificio. Giocare un po’ più arretrato lo porta ad essere meno lucido durante il secondo tempo.

LEIVA 6,5 РFinisce la partita stremato. Non ̬ al meglio, ma fornisce una prestazione di sicurezza.

LUIS ALBERTO 6,5 – (ROMULO 6 – Prova a dare un po’ di corsa alla squadra, ci riesce ma non incide).

LULIC 5,5 – Non al meglio, commette diverse sbavature. Si dà da fare in attacco, esce dal campo dopo poco più di un’ora (BADELJ 5,5 – Gestisce il pallone, ma a tratti sembra voler addormentare l’azione, quando invece servirebbe andare al doppio).

CORREA 7 – Ispirato, crea pericoli, semina panico nella retroguardia viola. È suo l’assist per Immobile. Nella ripresa è l’unico a provarci con le incursioni nell’area di rigore della Fiorentina.

IMMOBILE 6 – Prende la sufficienza solo per il gran gol. Colpisce con sfortuna l’ennesimo palo della stagione, poi si sblocca, ancora grazie all’assistenza di Correa. Poco dopo sbaglia due occasioni importantissime: un contropiede che poteva essere letale e un gol quasi fatto. Nel secondo tempo si fa ammonire (il giallo vale la squalifica), in seguito perde un pallone velenoso che fa partire l’azione del gol della Fiorentina. Esegue molti errori negli appoggi per i compagni di squadra. Nel finale, quando la Lazio ha l’ultima opportunità, non tira, si trasforma in centrocampista e prova a passare il pallone.

 

INZAGHI 6 – La sua Lazio dopo una bella settimana riesce a non gestire una partita che sembrava quasi vinta. Dopo una bella ora di gioco, e in seguito a tanti errori davanti la porta di Terracciano, i biancocelesti perdono lucidità e velocità. Subito l’1-1, il tecnico prova a cambiare qualcosa al livello tattico, ma le sostituzioni non hanno dato il giusto spunto in campo. A mio avviso il cambio di Badelj è stato poco utile: sarebbe dovuto entrare Parolo (che più volte ha giocato anche in condizioni non eccellenti). Il croato è stato troppo lento e macchinoso, ha quasi bloccato la manovra. Il cambio sprecato Lulic-Badelj, costringe poi Inzaghi a far entrare Bastos al posto di Radu (per un problema fisico) senza poter giocarsi la carta offensiva Caicedo. Oggi abbiamo perso una grande occasione.

Follow LAZIALITA on Social
0