Tare a ‘Porta a Porta’: “Ho realizzato il mio sogno di venire in Italia. Sono preoccupato per quello che sta succedendo in Albania”

 

Tare_DSC_1623-1024x683

Ieri sera Igli Tare, ds della Lazio, è stato ospite di Bruno Vespa durante la trasmissione Porta a Porta, parlando tra le altre cose delle sue vicende personali e della situazione attuale in Albania: “Io purtroppo non sono parte di quella generazione che è venuta direttamente in Italia. Io nel 1992 sono andato prima in Germania, entrando illegalmente e cercando la via del successo. Venire in Italia e giocarci è sempre stato il mio sogno, che sono riuscito a realizzare con il passare del tempo. Mi trovo molto bene in questo paese.Allo stesso tempo amo molto il mio di paese e sono preoccupato per quello che sta succedendo. Per quelli come me che sono lontani dal nostro popolo è molto importante l’immagine che diamo all’estero, e quindi cerchiamo di fare la nostra parte. Auspichiamo anche che la gente in Albania sia responsabile perchĂ© c’è stata crescita negli ultimi anni e dobbiamo dare un segnale forte al mondo intero. Spero che l’opposizione torni in parlamento per discutere dei problemi che abbiamo. Due giorni fa ho letto un’intervista di un famoso artista albanese e ha detto, facendo riferimento all’immagine di una gomma bruciata davanti al parlamento, che per pulire l’immagine del paese servono almeno 200 concerti suoi. Io penso la stessa cosa, l’Albania ha sofferto tanto in passato, il nostro popolo merita ogni bene. Siamo pro Europa e in crescita, quindi i problemi vanno risolti in casa con grande responsabilitĂ “.

Follow LAZIALITA on Social
0