La Lazio vola nel derby, festa biancoceleste

IMG_2067

ROMA, Stadio Olimpico – La Lazio stende la Roma in un derby epico, giocato con spavalderia, sempre a testa alta. Inzaghi, alle prese con qualche problema fisico dei suoi calciatori non al meglio, sceglie qualità e carattere per annientare i giallorossi di Di Francesco. Bastano 12 minuti ai biancocelesti per aprire le danze e far esaltare i tifosi col gol di Caicedo; nel secondo tempo decisive le reti di Immobile (su rigore) e di Cataldi nel finale. Come di consueto nel post-gara, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

STRAKOSHA 7 – Esegue due parate importanti, una per tempo: la prima su Dzeko, la seconda con un grande intervento su Florenzi. Bravo anche in uscita, prende un brutto colpo nel finale di partita.

BASTOS 7 – Puntuale in fase di chiusura, è autore di recuperi straordinari. Bartolomeu è tornato, ha lasciato Jacinto, il pigro romano, a casa a guardare il derby. Quissanga se riuscirà a mantenere questo livello di prestazione nelle prossime gare.

ACERBI 6,5 – Ha sofferto un po’ Dzeko, ma tutto sommato fa bene.

RADU 6,5 – Chiude bene su Zaniolo, a tratti lo perde nel secondo tempo, poi gli riprende le misure.

MARUSIC 6 – Commette qualche ingenuità, ma oggi siamo più buoni.

MILINKOVIC 7 – Fa un grandissimo lavoro a centrocampo, gli avversari lo soffrono. Sbaglia qualche scelta negli ultimi metri, ma oggi fa la differenza.

LEIVA 7,5 – Prendete un centrocampista, dategli un campo da calcio, ditegli di correre. Non potrà mai fare meglio di Lucas Leiva. Oggi è onnipresente, è l’incubo a centrocampo dei giallorossi.

LUIS ALBERTO 7 – Si gestisce, esegue diversi strappi a centrocampo nel primo tempo mandando in crisi la formazione romanista. Esce quando non ne ha più, dà tutto (PAROLO 6,5 – Entra in campo quando gli avversari provano a rimettere in piedi la partita. Non ci riescono, anche grazie a lui).

LULIC 8 – Partita straordinaria. Corre a non finire, mette in campo anche qualità. Una delle migliori partite della sua stagione.

CAICEDO 8 – Non sbaglia nulla, segna e porta in vantaggio la squadra. Jesus e Fazio lo rincorrono, non riescono a fermarlo. È anche la sua serata (IMMOBILE 7 – Trasforma in gol un rigore pesantissimo, entra e segna. Facciamo gli auguri a Jessica e Ciro per la dolce attesa).

CORREA 8 – Mal di testa. È la reazione dei giocatori della Roma a fine partita. L’argentino conduce azioni pericolose, serve un assist al bacio per Caicedo e guadagna un rigore prezioso (CATALDI 8 – Catarsi pura. Merita tutto l’affetto ricevuto, ci fa esplodere di gioia e manda a casa gli ospiti).

 

INZAGHI 8 – Vince come vuole lui, col 3-5-2. Gestisce bene la squadra, saltella ad ogni azione, è incontenibile. Finalmente la Lazio torna a vincere il derby. Aveva chiesto testa, gambe e tanto cuore: i suoi ragazzi, per usare un eufemismo, non l’hanno deluso.

 

 

FOTO: A. Fraioli.

Follow LAZIALITA on Social
0