Inzaghi: “Concesso nulla alla squadra più in forma di A. In questo momento la palla non vuole entrare…”

 

inzaghi-simone-lazio-settembre-2016

La Lazio non va oltre lo 0-0 in casa col Milan, ma Simone Inzaghi riesce a non prendere gol all’Olimpico contro un 11 rossonero comunque apparso molto remissivo. Ecco le parole del mister biancoceleste a Rai Sport nel dopogara.

 

“Diciamo che è mancato solo il gol ma i ragazzi hanno fatto un’ottima gara di sostanza e sono stati molto attenti, non abbiamo concesso nulla alla squadra più in forma della serie A, c’è rammarico perché dovevamo fare un gol, ma se doveva arrivare un pareggio meglio lo 0-0 dell’1-1. Acerbi il migliore ma anche Patric, Bastos e i due quinti hanno fatto bene.

Non ci sono state parate di Strakosha, abbiamo concesso un angolo solo, abbiamo sempre avuto il pallino del gioco, loro avevano tantissima qualità ma siamo riusciti a limitarli molto bene. Credo sia mancata la ciliegina del gol ma giocando così e col rientro di alcuni calciatori ho fiducia, ho grande disponibilità dei ragazzi, va fatto un grande elogio a Bastos, altri nelle sue condizioni non avrebbero giocato, aveva fatto mezzo allenamento, io ho parlato con lui e mi ha dato l’ok, gli faccio tanti complimenti.

Ora testa al derby, siamo orgogliosi di questa semifinale, avremo meno tempo della Roma per preparare la stracittadina perché il calendario ha voluto che giocassimo di sabato, in 3 giorni e mezzo la prepareremo comunque al meglio, con questa convinzione e tenacia faremo un buon derby.

Lazio unica squadra in campo? Penso che c’era timore perché loro sono in forma, ma stasera siamo stati bravi noi a far sì che loro hanno fatto pochissimo, spiace non aver vinto, adesso abbiamo avuto tempo per recuperare da Siviglia, quindi siamo scesi bene in campo e abbiamo fatto una grande partita. Se mi aspettavo questo Milan rinunciatario? E’ più merito della Lazio, sapevamo che loro ci avrebbero aspettato e avrebbero fatto linee strette, le nostre giocate sono riuscite, poi ci sono stati pali, in questo momento si vede che la palla non deve entrare, tra un mese e mezzo ce la andremo a giocare a San Siro per ottenere il pass per la finale.

Ipotesi 4-2-3-1 con Badelj e Leiva insieme? Io penso che soprattuto qui a Roma si parla molto di moduli, si scrive 3, 4, 5 sulla lavagna ma in realtà conta l’interpretazione. Lo scorso anno giocavamo così e siamo stati il primo attacco in Italia e il quarto attacco d’Europa, le annate non sono tutte uguali, per me abbiamo qualità per fare gol in tutte le partite, penso che giocando così potremo dare soddisfazioni ai nostri tifosi. In un centrocampo a 3 li vedo tutti e due come play, Badelj è in continua crescita, se non avesse recuperato Bastos avrebbero potuto giocare entrambi con Leiva dietro, conta l’interpretazione.

Gli episodi? Non parlo di Var e moviole perché l’anno scorso è successo di tutto, nell’episodio di Correa penso abbia visto bene Orsato. L’episodio di Milinkovic in area di rigore? E’ un contrasto, Milinkovic ha le braccia larghe mentre Musacchio mette le mani su Milinkovic, 5 anni fa non sarebbe mai stato rigore, ultimamente questi rigori li ho visti anche fischiare”.

 

Follow LAZIALITA on Social
0