UN OCCHIO ALL’UEL – Fuori la Lazio, vanno avanti Napoli e Inter. Tra le big passano anche Chelsea e Arsenal

 
2568352_w1-e1541723213399

di G. Jacopo Romagnoli

Finisce l’Europa League della Lazio, troppe le assenze per competere con una squadra del livello del Siviglia, 3-0 il risultato finale tra andata e ritorno. Eppure la Lazio, soprattutto nella gara di ritorno ha messo molto in difficoltà gli andalusi, ma il gol non è arrivato. Fanno il loro dovere Napoli e Inter che si sbarazzano senza troppi problemi di Zurigo e Rapid Vienna qualificandosi agli ottavi di Europa League. Oggi alle ore 13 ci sarà il sorteggio per scoprire i nuovi accoppiamenti, intanto vediamo come sono andate tutte le partite dei sedicesimi di finale.

SIVIGLIA – LAZIO – Partiamo proprio dalla sfida dei capitolini contro gli andalusi, giocata mercoledì e conclusasi con il 2-0 per gli spagnoli. Le reti sono arrivate una per tempo, prima Ben Yedder e poi Sarabia, ma nel corso della gara sono state tante le occasioni avute dalla Lazio. Biancocelesti che per una decina di minuti hanno giocato anche con l’uomo in più per l’espulsione di Vasquez pareggiata da quella di Marusic. La Lazio può recriminare anche per un rigore netto, con annessa espulsione, non dato sullo 0-0 che avrebbe potuto cambiare il corso della partita.

ARSENAL – BATE BORISOV – I Gunners ribaltano l’1-0 dell’andata e vanno a conquistare gli ottavi di finale con facilità. Il risultato finale dice 3-0, grazie all’autogol di Volkov e alle reti di Mustafi e Papastathopoulos. L’unico brivido per gli inglesi è arrivato nella ripreso, quando sul 2-0 il Bate ha sfiorato il gol in un paio di nitide occasioni.

DINAMO ZAGABRIA – VIKTORIA PLZEN – Non c’è partita tra la squadra croata e quella ceca, un secco 3-0 permette ai primi di accedere agli ottavi di finale di Europa League. La partita si mette immediatamente in discesa e dopo 35 minuti si è già sul 2-0 con le reti firmate da Orsic e Dilaver. Il terzo gol arriva nella seconda frazione di gioco grazie a Petkovic, ex conoscenza del calcio italiano. Per i cechi finisce ancora peggio con l’espulsione per doppia ammonizione di Limbersky.

EINTRACHT FRANCOFORTE – SHAKHTAR DONETSK – Il 4-1 finale in favore dei tedeschi è più bugiardo di quello che si può credere. E’ il primo tempo a risultare decisivo ai fini della qualificazione, infatti Jovic e Haller permettono ai tedeschi di andare al riposo sul 2-0. Nella ripresa l’orgoglio dello Shakhtar non basta, prima riapre la gara con la rete di Junior Moraes, in seguito prendono due traverse clamorose che avrebbero riaperto la questione qualificazione. Ma il contropiede dell’Eintracht è devastante, a chiudere definitivamente la partita ci hanno pensato ancora Haller e Rebic.

NAPOLI – ZURIGO – Facile successo dei partenopei sugli svizzeri dello Zurigo. La questione, probabilmente, era già chiusa dal 1-3 dell’andata e questo match è stato una pura formalità. La gara la decidono una rete di Verdi al 43° e una di Ounas al 75°. Con questo successo il Napoli vola agli ottavi di finale.

SALISBURGO – CLUB BRUGGE – Il Salisburgo schianta i belgi del Brugge e si qualifica agli ottavi. Gara a senso unico sin dalle prime battute. Match indirizzato immediatamente dai gol di Schlager e Daka. Nel secondo tempo chiudono la questione sempre Daka e Dabbur.

VALENCIA – CELTIC – Il Valencia forte dello 0-2 dell’andata non ha nessuna difficoltà nell’eliminare il Celtic, oltretutto rimasto anche in 10 dopo appena 27 minuti per l’espulsione di Toljan. Gli spagnoli controllano la partita senza problemi e la vincono con una rete di Gameiro al minuto numero 75.

VILLARREAL – SPORTING – Qualificazione sudatissima per il Villarreal che soffre tantissimo la formazione portoghese che si porta in vantaggio sul finire del primo tempo grazie alla rete di Bruno Fernandes. Con lo 0-1 si andrebbe ai supplementari, ma la svolta della gara arriva ad inizio ripresa quando viene espulso per lo Sporting Jefferson. Ora resistere diventa una vera impresa, ed infatti il gol del pareggio arriva a 10 minuti dal termine con Fornals. Ma i portoghesi non vogliono cedere e continuano a lottare sfiorando clamorosamente il gol della qualificazione proprio nei minuti di recupero.

ZENIT – FENERBAHCE – Lo Zenit ribalta l’1-0 dell’andata e passa agli ottavi di finale. E’ stata una partita emozionante quella giocata tra le due compagini. Il primo tempo si conclude 2-1 per i padroni di casa grazie ai gol di Ozdoev e Azmoun, il 2-1 che qualificherebbe i turchi è di Topal. Ma nella ripresa ecco il secondo gol di Azmoun che fa impazzire di gioia tutto lo Zenit.

BAYER LEVERKUSEN – KRASNODAR – A sorpresa esce il Leverkusen, che dopo lo 0-0 dell’andata non riesce a vincere davanti ai propri tifosi. La svolta della gara arriva a cinque minuti dalla fine quando gli ospiti passano in vantaggio con Suleymanov. La reazione dei tedeschi è immediata e il gol del pareggio arriva tre minuti dopo con Aranguiz, ma non basta e il Bayer esce a sorpresa dalla competizione.

BENFICA – GALATASARAY – Al Benfica basta lo 0-0 per andare avanti, visto il successo all’andata per 1-2 sui turchi del Galatasaray. In una partita poco emozionante il compito dei portoghesi è solamente quello di controllare e portare a casa la gara.

CHELSEA – MALMOE – Il Chelsea di Sarri prova ad uscire dal momento di difficoltà e lo fa qualificandosi agli ottavi di finale con un convincente 3-0. Le reti arrivano tutte nella ripresa con Giroud, Barkley e Odoi. Sull’1-0 gli svedesi sono anche rimasti in 10 per l’espulsione di Bengtsson.

DINAMO KIEV – OLYMPIAKOS – Vanno avanti gli ucraini con un gol alla mezzora di Fran Sol. L’andata era terminata 2-2.

GENK РSLAVIA PRAGA РNetto successo dei cechi che si sbarazzano senza troppi problemi della squadra belga per 1-4. I belgi erano anche passati avanti con il gol di Trossard, ma lo Slavia Praga non si ̬ arreso e ha trovato il pareggio poco dopo con Coufal. Nel secondo tempo arrivano i gol Traore e la doppietta di Skoda.

INTER – RAPID VIENNA – L’Inter non ha problemi a qualificarsi, battendo 4-0 il Rapid Vienna. La partita è indirizzata già dai primi minuti grazie a Vecino e Ranocchia. Nel secondo tempo chiudono definitivamente la questione Perisic e Politano.

BETIS – RENNES – Risultato abbastanza sorprendente quello tra Betis e Rennes che vede uscire vittoriosi i francesi per 1-3. Partenza folgorante per gli ospiti che si trovano a comandare la partita già dopo 30 minuti, i gol sono di Bensebaini e Hunoi. I padroni di casa accorciano le distanze grazie a Lo Celso, ma l’1-3 arriva nel finale con Niang.

J.R.

Follow LAZIALITA on Social
0