Leiva e Correa i migliori. Lazio grintosa e bella, ma non basta

EF2813FF-BB21-4108-BE13-F8AE37BD339D

ROMA, Stadio Olimpico – La Lazio perde una partita giocata bene in casa contro la Juventus che è già a +11 sulla prima inseguitrice. Come di consueto nel post-gara, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

STRAKOSHA 5,5 – Sbaglia un rinvio nel secondo tempo, creando scompiglio nella difesa avversaria. Non cresce mai nell’aspetto della gestione del pallone nelle ripartenze della squadra. Il secondo portiere della Lazio dovrebbe essere più forte di quello che è ora, in modo da stimolare un miglioramento dell’estremo difensore.

BASTOS 6 – Marca Ronaldo senza sosta, non gli concede tregua. Poi nel secondo tempo è autore di qualche errore, insieme a Parolo non riesce a fermare Bernardeschi nell’incursione sulla sinistra (NETO s.v.).

WALLACE 5 – Ha una delle occasioni più grandi della partita e la sbaglia. In difesa è un pericolo costante per la Lazio, ma lo sapevamo. Non incide molto sui due gol subiti, e sicuramente non è la peggior gara della stagione. Tuttavia la sua prestazione rimane nettamente insufficiente.

RADU 5,5 – Ha sbandato nel finale, quando invece doveva tenere la difesa con esperienza. Per il resto della gara aiuta la retroguardia e anche il resto della squadra in fase offensiva.

PAROLO 6 РNon ̬ nel suo ruolo, lotta a non finire anche se non riesce a fermare Bernardeschi. Tutto sommato ̬ autore di una buona gara, Szczesny lo ferma nel primo tempo con una grande parata.

MILINKOVIC-SAVIC 6 – A volte rallenta l’azione della Lazio, ma la sua prova è sufficiente. Alterna buone giocate a una prestazione a tratti non esaltante. Nei lanci lunghi aiuta i biancocelesti, finisce in affanno.

LEIVA 7 – È dappertutto, non perde un pallone e ne recupera a decine. È il migliore in campo della Lazio.

LUIS ALBERTO 7 – Si comporta bene, fa una bella partita, corre tanto. Dal suo corner nel secondo tempo nasce la rete del vantaggio momentaneo della Lazio. A tratti splendido, esce nel momento clou (BERISHA s.v.).

LULIC 5,5 – Purtroppo fa l’errore decisivo nel finale dopo aver giocato una partita più che buona. L’ingenuità di Senad, che per una partita intera rincorre gli avversari, costa caro per il risultato finale.

CORREA 7 – Crea pericoli continui, impensierisce sempre la difesa della Juventus che non sa quali rimedi mettere in campo per fermarlo. Fonte inesauribile di idee in attacco.

IMMOBILE 5,5 – Sbaglia un gol quasi fatto nel secondo tempo che poteva portare la Lazio al raddoppio e incanalare la gara sui giusti binari. Peccato, perché fa una grande gara, corre a non finire, ma l’errore pesa (CAICEDO s.v.).

 

INZAGHI 6 – Il cambio di Immobile sembra rovinare tutto, come se rappresentasse quasi una dichiarazione di debolezza. Inzaghi non può, però, prendere l’insufficienza: la Lazio meritava di più, ha giocato alla grande. D’ora in poi deve essere questo il modo di giocare: sarà un modulo dispendioso per il fisico dei giocatori biancocelesti, ma questa è la squadra col giusto approccio da vedere in ogni partita.

Follow LAZIALITA on Social
0