Leiva strappa applausi, buon esordio di Neto. Luis Alberto continua a convincere, e Ciro risponde presente

pagelle

ROMA, Stadio Olimpico – La Lazio vince col Novara e passa ai quarti di finale di coppa Italia grazie al poker realizzato nel primo tempo. Sono i tre uomini più attesi a mettere la loro firma sul tabellino. Luis Alberto, Immobile e Milinkovic-Savic aprono e chiudono poi la partita nei primi 45′ di gioco. Come di consueto a margine del match, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

STRAKOSHA 6 – Esegue una buona parata ad inizio partita su Eusepi, poi sul rigore non può fare nulla.

BASTOS 6,5 – L’avversario non lo mette troppo in difficoltà, lui ne approfitta per proporsi (bene) in avanti.

RAMOS 6 – Oggi non convince più di tanto, in occasione del rigore per il Novara sposta il braccio, è colpevole a metà.

ACERBI 6,5 – Ordinaria amministrazione, si dimostra una certezza.

MARUSIC 6 – Poca personalità, prova a spingere ma in maniera spesso confusionaria (NETO 6,5 – Entra e si rende protagonista di una bella discesa sulla destra, poi mostra qualità nei passaggi. Esordio convincente).

MILINKOVIC 7 – Si prende, scherzando ma non troppo con Luis Alberto, la responsabilità di calciare la punizione dal limite dell’area di rigore e insaccarla con un gran gol. Nel secondo tempo la sua prestazione cala di livello.

LEIVA 8 – L’avversario sarà anche di basso livello, ma è lui, pur senza segnare, a strappare più applausi.

LUIS ALBERTO 7 – Apre le marcature, si sposta sulla trequarti per cucire il gioco con Milinkovic. Nel semi-allenamento di oggi continua a convincere in quel ruolo tra i reparti (BERISHA 6 – Si fa vedere poco, poteva fare di più).

LUKAKU 6 – L’assist per Immobile (DURMISI 5,5 – Ha l’occasione per fare gol, ma non riesce a segnare).

CAICEDO 4,5 – Sbaglia quasi tutto, non riesce mai a tirare come si deve. A volte cade lo sconforto sull’Olimpico, non sembra all’altezza.

IMMOBILE 7 – Due gol e un assist per Ciro che non sembra brillare ma riesce a imprimere la sua firma più volte sulla partita.

 

INZAGHI 7 – Gestisce bene la squadra, segnano i tre tenori e fa il suo esordio Pedro Neto. Ora verrà il difficile contro Napoli e Juventus.

 

FOTO: Fraioli

Follow LAZIALITA on Social
0