UN OCCHIO AL CAMPIONATO – Il Torino ferma la Lazio, Milan e Roma si riavvicinano. Juve sempre in fuga

 

download

di G. Jacopo Romagnoli

Con Milan- Spal si chiude definitivamente il girone d’andata che ha visto dominare nettamente la Juventus, con Napoli e Inter come dirette inseguitrici. La lotta al quarto posto finora sembra quella più emozionante, nonostante i punti lasciati per strada da Lazio, Milan e Roma, che hanno permesso l’inserimento da parte di outsider come Atalanta e Sampdoria. Il Chievo, finalmente, trova il primo successo del suo campionato, mettendo sempre più in difficoltà il Frosinone. Torna al successo anche l’Udinese, privo dello squalificato De Paul. La Lazio pareggia in casa contro il Torino, ancora una volta protagonista l’arbitro, questa partita inizia ad essere maledetta per i biancocelesti, dopo quella della passata stagione. La concorrenza ne approfitta e si avvicina pericolosamente, con i successi di Roma e Milan, rispettivamente contro Parma e Spal. Ora ci sarà la pausa, il campionato tornerà il 19 gennaio con nuove sfide e nuove lotte per posti che contano.

220907460-7c73235d-09e6-46ae-8b29-6586f22a728c

LE AVVERSARIE DELLA LAZIO PER L’EUROPA – Vince a fatica e con qualche dubbio episodio la Juve, battendo 2-1 un’ottima Samp, grazie alla decisiva doppietta di Cristiano Ronaldo. Successo anche per il Napoli, 3-2 emozionante contro il Bologna. Splendida doppietta di Milik, e gol a pochi minuti dal termine di Mertens. In mezzo i due temporanei pareggi dei felsinei firmati Santander e Danilo. All’Inter basta Keita per espugnare Empoli. Seconda vittoria consecutiva per i giallorossi, che volano grazie alle reti di Cristante e Under, entrambe nella ripresa. Dopo un lungo digiuno torna alla vittoria il Milan e al gol Higuain, nel difficile 2-1 con la Spal, che era passata in vantaggio con il più classico dei gol dell’ex firmato da Petagna. La reazione dei rossoneri arriva e ribaltano il risultato con i gol di Castillejo e dell’argentino. Spettacolo Atalanta a Reggio Emilia, 2-6 al Sassuolo, ispiratissimo Ilicic, autore di una tripletta, in gol anche Zapata, Gomez e Mancini. Inutile la doppietta di Duncan.

Chievo's Emanuele Giaccherini scores the goal of 1-0 during the Italian Serie A soccer match Chievo Verona Football Club vs Frosinone Calcio S.R.L. at Bentegodi stadium in Verona, Italy, 29 December 2018. ANSA/EMANUELE PENNACCHIO

LE ALTRE – Impattano sullo 0-0 Genoa e Fiorentina, mentre l’Udinese coglie un’importante vittoria con il Cagliari, grazie alle reti siglate da Pussetto e Behrami. Il Chievo prova a rientrare nella corsa salvezza grazie ad una magistrale punizione di Giaccherini che condanna il Frosinone all’ennesima sconfitta di questa travagliata stagione. La classifica rimane sempre cortissima con molte squadre pronti a darsi battaglia pur di salvarsi e altre pronte a lottare per un posto in Europa, come il Torino, che ferma la Lazio sull’1-1, ancora in gol Belotti, su un rigore piuttosto generoso.

2490564-51709990-2560-1440

I TOP – Ancora una volta Quagliarella e Zapata, che non si fermano più e continuano a segnare con costanza. Per il bomber doriano si tratta della nona partita consecutiva in gol, lo stesso Zapata va a segno da parecchie settimane. Ma il vero top di questa settimana è Ilicic, tripletta partendo dalla panchina, infatti lo sloveno era subentrato a Barrow al minuto numero 63. Grande giornata anche per il fenomeno portoghese Ronaldo, autore di una doppietta fondamentale per la vittoria della sua Juve. Due gol anche per Milik, rinato con Ancelotti dopo le sfortunate annate ricche di gravi infortuni. Menzione speciale per Higuain, tornato al gol, decisivo, dopo un digiuno durato oltre 800 minuti. Tra i top anche un ritrovato Milinkovic che con una bordata dalla distanza evita una brutta sconfitta alla Lazio.

Irrati.2018.19.750x450

I FLOP – Non poteva che esserci la difesa da horror del Sassuolo, capace di prendere 6 gol davanti al proprio pubblico, dopo che per ben due volte Duncan aveva rimesso in carreggiata i suoi compagni di squadra. Tra i flop anche gli arbitri di Juve-Sampdoria e Lazio Torino. Valeri fischia due rigori molto dubbi a Juve e Samp, nonostante l’ausilio del sempre più criticato Var. Per sua fortuna non sbaglia in occasione del 2-2 di Saponara, annullato giustamente per fuorigioco, ma la sua rimane una prestazione mediocre. Riesce a fare di peggio Irrati in Lazio-Torino, sbaglia quasi tutto ciò che si può sbagliare, a partire dal mancato doppio giallo di Izzo al 26° minuto, fino al rigore regalato al termine della prima frazione di gioco a Belotti, che cambia il corso della partita innervosendo i biancocelesti. Altri episodi dubbi nella ripresa, come il mancato consulto del Var su un presunto fallo in area di rigore su Acerbi, molto simile a quello fischiato al Torino, per non dire uguale. Infine a rischio espulsione anche Luiz Felipe, per un fallo che avrebbe meritato il secondo giallo. Espulsi Marusic e Meitè.

J.R.

Follow LAZIALITA on Social
0