Acerbi: “Il rigore su di me più evidente di quello concesso, ma rimaniamo vivi”

Francesco-Acerbi-Lazio-2018-2019-Foto-Antonio-Fraioli-7-750x460-e1536222158843

Intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, Francesco Acerbi ha analizzato gli episodi legati alla partita tra Lazio e Torino, in particolare quello relativo ad un calcio di rigore non concesso ai suoi danni:

“Ho rivisto gli episodi e sembrava più evidente il rigore su un fallo ai miei danni rispetto a quello fischiato nella nostra area a favore del Torino. Marusic-Belotti? L’attaccante granata era in caduta ancor prima del contatto, non c’era sicuramente il rigore. L’intervento ai miei danni mi ha impedito di calciare, tutti possono sbagliare ma per come abbiamo approcciato e per la voglia che avevamo di vincere avremmo meritato i tre punti.

Abbiamo rischiato sul finale, ma eravamo tutti in avanti alla ricerca del successo. Mi sono fidato di Marusic, confidavo nell’intervento del VAR: questi errori possono capitare, come a qualsiasi altra persona. Se Irrati aveva concesso il rigore al Torino poteva fischiarlo anche a nostro favore per l’intervento di Meite su di me. Abbiamo approcciato benissimo al match, uno dei migliori di questa prima parte di campionato. Ero tranquillo in campo perché c’era voglia di lottare con qualità: abbiamo creato 7-8 occasioni da gol in un solo tempo e negli spogliatoi ci siamo detti che stavamo giocando bene ed avremmo dovuto ribaltare la sfida.

Gli episodi c’erano stati nella prima frazione e non bisognava piangere per quanto accaduto, ma rialzarci da subito. Il Novara verrà con il coltello tra i denti, se si prenderà sottogamba l’impegno si potrebbe anche perdere, come spesso accade in questo tipo di match. Poi affronteremo al Juventus all’Olimpico ed il Napoli, con la fame di raggiungere il nostro obiettivo dovremo dare qualcosa in più rispetto al girone d’andata. Siamo quarti al giro di boa e speriamo di ripeterci alla fine del campionato, abbiamo svolto un buon girone d’andata ma avremmo potuto avere qualche punto in più, è un peccato che ci sia la pausa in questo momento perché siamo vivi ed in forma con cattiveria e qualità. Speriamo di riprendere gli allenamenti al meglio e proveremo a vincere più partite possibili alla ripresa”.

Follow LAZIALITA on Social
0