Luiz Felipe convince, capitan Lulic la chiude. Luis Alberto sempre meglio

IMG_1012

 

BOLOGNA, Stadio Dall’Ara – La Lazio vince la seconda partita consecutiva in campionato. L’aria di Natale fa bene ai biancocelesti che ne rifilano due alla squadra di Pippo Inzaghi, sotto lo sguardo del fratello Simone. Continua a crescere di prestazione qualche elemento della squadra, come Luiz Felipe e Luis Alberto. Come di consueto nel post-gara, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

STRAKOSHA 6 – Dopo soli 40 secondi ci fa venire i brividi per un rinvio sul pressing di Krejci. Per il resto viene poco impensierito.

RAMOS 7 – Regala il vantaggio che sblocca la gara, nel secondo tempo aiuta Marusic nelle chiusure sulla destra. Entra in entrambi i gol, spizzando di testa la sfera per Lulic al 90′. Oggi mi convince molto, prestazione più che buona.

ACERBI 6 – Oggi gestisce male qualche pallone, spazzandolo subito alto. Blocca comunque ogni incursione.

RADU 6 – Controlla bene Mattiello, non ha grossi pericoli da contrastare.

MARUSIC 6 – Un po’ meglio rispetto alle solite partite, nel primo tempo si fa vedere in qualche incursione offensiva sulla destra.

MILINKOVIC-SAVIC 6,5 – Buona gara la sua, tra centrocampo e trequarti. Inzaghi lo fa riposare nell’ultimo quarto d’ora per non spremerlo al massimo in vista del match col Torino (LUKAKU 5,5 – Due tunnel agli avversari, ma non è bravo a coprire in difesa. Serve Lulic per chiudere i varchi).

LEIVA 7 – Torna a giocare dal primo minuto e si conferma una garanzia per i suoi. Puntuale, gioca come unico vero centrocampista per oltre un’ora.

LUIS ALBERTO 7 – Uno dei più brillanti, colleziona l’assist da corner per Ramos nel primo tempo. Sta tornando? Sì, sembra così, speriamo di sì.

LULIC 7 – Partita di sostanza e corsa. Senad ci mette anche la qualità e duetta con i centrocampisti biancocelesti. Poi chiude la partita con una grande botta sotto la traversa in area piccola.

CORREA 6,5 – Impensierisce la difesa in un paio d’occasioni nel primo tempo, conduce le ripartenze nel secondo. Non va a segno ma è sempre pericoloso (PAROLO 6 – Viene inserito per fare legna a centrocampo, lui corre).

CAICEDO 5 – Si intende poco con i compagni, spesso sbaglia i passaggi o le letture. La prova non può considerarsi pienamente sufficiente (IMMOBILE 5,5 – Entra con tanta voglia di fare, vuole segnare e mostra tutto il nervosismo).

 

INZAGHI 7 – Fa partire Parolo e Immobile dalla panchina, ma a centrocampo la Lazio non ha problemi. Caicedo forse non è la migliore alternativa per uno come Immobile, ma la qualità di Milinkovic, Correa e Luis Alberto guidano la Lazio al vantaggio.

Follow LAZIALITA on Social
0