EINTRACHT FRANCOFORTE – L’ANGOLO STORICO – I trofei in bacheca, l’inferno della Commerzbank-Arena e il presente…

 

454de01f-d605-41d8-9211-fa9e1aab83ae

di G. Jacopo Romagnoli

Non avr√† lo stesso fascino di Monaco di Baviera o di Berlino, ma nonostante tutto Francoforte resta una delle principali citt√† della Germania. Quinta per numero di abitanti e situata sul fiume Meno, Francoforte √® una delle pi√Ļ importanti¬†metropoli¬†dal punto di vista economico e finanziario.¬†Qui √® presente la Banca Centrale Europea, ma anche la Banca Federale Tedesca e la borsa di Francoforte. La citt√† ha diversi soprannomi, da Mainhattan (bel gioco di parole tra Main, il fiume Meno e Manhattan, a Big Appel, sempre in riferimento alla citt√† di New York, fino ad arrivare a Bankfurt. Molta rilevanza ha l’aeroporto di Francoforte sul Meno, uno degli scali pi√Ļ trafficati in tutto il mondo, proprio da qui partiranno circa 10 mila fans dell’Eintracht in direzione Roma, per l’ultima giornata del girone H di Europa League, alla ricerca della vittoria numero 6 in altrettante partite.

eintracht_getty

LE ORIGINI E LA STORIA DEL CLUB – L’Eintracht Francoforte nasce l’8 marzo 1899, ma prima di arrivare al successo passeranno parecchi anni. Infatti, il club tedesco non possiede una bacheca ricca di trofei. Il primo e finora unico campionato vinto risale alla stagione 1958-1959, la Bundesliga non era stata ancora creata. Questo trionfo permette all’Eintracht di partecipare alla successiva edizione della Coppa dei Campioni, che termina con una sconfitta in finale contro il Real Madrid, dopo una splendida cavalcata. Per arrivare ad un nuovo successo bisogner√† attendere il 1973-1974, con la conquista della Coppa Nazionale, sconfiggendo 3-1 in finale l’Amburgo, di questi trofei ne arriveranno altri quattro, l’ultimo proprio nella passata stagione, grazie al successo ottenuto ai danni del pi√Ļ quotato Bayern Monaco. L’unica vittoria¬†europea risale alla stagione 1979-1980, in finale di Coppa Uefa riescono ad avere la meglio dei connazionali del Borussia¬†M√∂nchengladbach. Dagli anni 90 in poi, la storia del club √® ricca di alti e bassi e arriva anche la prima storica retrocessione in seconda divisione, √® la stagione 1995-1996. Le ultime annate sono caratterizzate da piazzamenti a met√† classifica, con la ciliegina sulla torta della coppa nazionale vinta l’anno scorso, e la pi√Ļ che positiva prima parte di questo campionato. Il primo posto nel girone di Europa League, ottenuto matematicamente e l’attuale quinto posto in Bundesliga sono un bel biglietto da visita, e il principale merito va a giocatori come Rebic, Haller e Jovic.

die-commerzbank-arena

 

LA COMMERZBANK-ARENA, LA TANA DELL’EINTRACHTLa Commerzbank-Arena, ai tempi Waldstadion venne inaugurato nel 1925. Nacque come uno stadio da 25 mila posti, ma negli anni cinquanta arriv√≤ ad ospitarne 81 mila. Attualmente la capienza massima √® di 51 500 posti a sedere. Nel corso degli anni l’impianto √® stato utilizzato per disputare anche match di¬†Coppa del Mondo,¬†come nell’edizione del 1974 e quella del 2006.¬†Anche l’Italia gioc√≤ all’interno di questo stadio, era il Campionato Europeo del 1988, affront√≤ la Spagna, vincendo per 1-0, grazie alla rete di Vialli. La Lazio ci ha giocato per la prima volta, e finora unica, il 4 ottobre di quest’anno: 4-1 il risultato finale per i padroni di casa. All’Olimpico i biancocelesti vorranno vendicarsi, ma non sar√† cos√¨ semplice e anche la cornice di pubblico non sar√† delle migliori, i tifosi ospiti saranno in netta maggioranza.

J.R.

Follow LAZIALITA on Social
0