UEL | Inzaghi a tuttotondo: “Evitiamo brutte figure. A Babbo Natale chiedo di non avere ulteriori infortuni. Milinkovic? Ci son passato anche io…”

 

inz-kEBH-U29011313024657o-620x349@Gazzetta-Web_articolo.png

Giornata di conferenza per la Lazio e per il mister Simone Inzaghi. La compagine capitolina è chiamata al riscatto nella giornata di domani in Europa League, in una gara valevole per la sesta giornata della fase a gruppi della seconda competizione continentale. L’avversario è l’Eintracht di Francoforte, che all’andata ha impartito una sonora lezione ai biancocelesti alla Commerzbank Arena. La gara di domani alle ore 18.55 varrà ai fini delle statistiche, ma le posizioni del Gruppo H sono già ben delineate: tedeschi primi e a punteggio pieno, Lazio seconda. Il tecnico biancoceleste è intervenuto in conferenza stampa assieme al centrocampista Danilo Cataldi per presentare il match di domani. Di seguito la conferenza del mister Inzaghi.

 

Buon pomeriggio mister, in questo momento com’è da valutare questa gara?

E’ una gara che chiude il nostro girone, la prima è l’Eintracht e la seconda la Lazio ma dovremmo fare una buona gara perché loro sono squadra importante con grande seguito di tifosi. Voglio vedere la squadra fare una buona gara, troveranno una Lazio che vorrà chiudere il girone nel migliore di modi. Vogliamo evitare brutte figure, a volte quando non hai motivazioni vai incontro a brutte figure, chiederò una formazione competitiva che mi possa assicurare una buona prestazione. Leiva? Manca ancora un allenamento oggi e il risveglio domani, la mia intenzione è portarlo in panchina e dargli un piccolo minutaglie in base alle sue condizioni negli ultimi allenamenti, per noi è importantissimo, ha avuto un problema e poi una ricaduta ma ora si sente bene e la speranza è di riaggregato al più presto.

Milinkovic criticato, come vive il momento?

Ha preso una botta brutta contro la Samp ma ha fatto due giorni di differenziato, oggi sarà in parte in gruppo. Ci sono passato anche io, ci sono momenti in cui le cose non vanno bene e i tifosi e la critica ti fanno qualche rimprovero, lui dovrà rispondere con le prestazioni, ho fiducia perché è un giocatore importante. Se con la Samp quell’occasione non fosse stata fallita si sarebbe parlato di un grande Milinkovic, per fortuna si gioca ogni 3 giorni e ha tempo per far cambiare idea alla gente.

Strakosha spesso impreciso con la palla tra i piedi, è una sua richiesta quella di giocare corto e dal basso?

Penso che Thomas è un ragazzo del 1995 al terzo anno titolare nella Lazio, ha la mia massima fiducia, normale che qualche passaggio lo possa sbagliare ma la mia richiesta è quella di coinvolgere il portiere. E’ intelligente e propenso al lavoro, un ragazzo che vuol migliorarsi, deve stare tranquillo, il suo è un ruolo delicato ma ha fatto grandi cose in 3 anni, deve stare super tranquillo e continuare così.

Le farebbe piacere incontrare il Salisburgo? E’ quasi Natale, la lettera a Babbo Natale prevede anche qualche richiesta sul mercato?

Chiederò alla lettera di Natale di non avere infortuni e di avere i miei 26 calciatori disponibili perché abbiamo avuto qualche problema, spero di avere la rosa a disposizione nella sua interezza. Arrivando secondi ai sedicesimi troveremo squadre attrezzate, il Salisburgo ha vinto in anticipo il girone, se ci sarà rivincita ben venga già ai sedicesimi.

Ripartire da domani e da Bergamo, gare importanti.

Sabato ho visto una grandissima Lazio, i ragazzi hanno messo il cuore in campo tutti, anche chi non ha giocato, siamo in 26 e ne giocano 14, ho fatto tanti complimenti. Poi sappiamo che il calcio è crudele e a volte un errore, che non dobbiamo mettere, ti castiga, ma da tutte le gare vanno tratti insegnamenti, le gare finiscono al 99’. Mi porto cose positive e negative come i due gol concessi con troppa semplicità ma non rimprovero nulla quanto a spirito e cuore.

L’umore della squadra?

Delusione, fai 26 tiri contro 3 e non vinci. C’è però anche consapevolezza di aver messo alle corde una squadra importante come la Samp, un allenatore è deluso dal risultato ma molto contento per la prestazione.

Durmisi? Può giocare domani?

Ha avuto un contrattempo lunedì, ieri sembrava rientrato, ha fatto differenziato e oggi valuteremo. Se darà rassicurazioni giocherà, altrimenti ci sarà un’altra soluzione.

Luis Alberto come sta? UEL più competitiva dell’anno scorso?

L’Europa League? Ci sono squadre attrezzatissimo, quelle scesa dalla Champions vorranno andare avanti, l’anno scorso l’ha vinta l’Atletico che era scesa dalla Champions. Avremo un sorteggio complicato ma ce la giocheremo, come sempre abbiamo fatto. Ho fatto i complimenti a Luis, ha fatto 20 minuti molto buoni e aveva fatto una bunissima gara anche col Milan, poi ha avuto problemi il giovedì prima di Verona e abbiamo preferito non rischiarlo. Prima della Samp ha fatto un lavoro quasi totale, a volte puoi far bene anche se entri, guardate Cataldi, Correa e Luis Alberto con la Samp, il loro ingresso ci ha consentito di fare un secondo tempo molto buono.

 

Follow LAZIALITA on Social
0