Le PAGELLE di Guido De Angelis: la Lazio si riprende dopo un brutto primo tempo. Correa ci prova, Immobile torna al gol

IMG_504427547E57-1

 

VERONA, Stadio Bentegodi – La Lazio ottiene un punto con l’1-1 fuori casa, confermando il trend delle ultime giornate: tre pareggi con lo stesso risultato, in campionato. È la rete di Immobile (che qualche minuto dopo colpisce anche il palo) a rispondere al gol di Pellissier (ottava segnatura contro i biancocelesti) per fissare il punteggio. Come di consueto nel post-gara, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

Strakosha 5,5 – A un minuto dall’inizio del secondo tempo per poco combina un pasticcio. Il portiere continua a trasmettere poca sicurezza ai compagni, gestisce in maniera quasi terribile il pallone con i piedi.

Wallace 5 – Non capisce il movimento di Pellissier in occasione del gol, commettendo un grave errore di lettura (non era difficile comprendere le intenzioni dell’attaccante), dopo qualche minuto rischia di perdere un pallone velenoso al limite dell’area di rigore. Nel secondo tempo sale leggermente di rendimento, ma Pellissier continua a metterlo in difficoltà fino alla fine.

Acerbi 6 – Determinante in diversi interventi nella ripresa su Birsa ed Hetemaj. Prova a non perdere la testa, si propone anche in attacco, ma non viene visto dai compagni.

Radu 5,5 – Nelle ultime uscite non sembra più lui. È in difficoltà, non brillante: viene ammonito e Inzaghi lo sacrifica per cambiare approccio tattico nel secondo tempo (Caicedo 6 – Entra bene in partita. Gioca da sponda, fa i giusti movimenti e prova a mettere disordine tra la retroguardia avversaria).

Marusic 5 – In fase offensiva è timido, prova a chiudere in quella difensiva, ma le alcune rimangono evidenti (Patric 5,5 – Continuano i problemi della Lazio sulla fascia destra, anche Patric oggi non raggiunge la sufficienza. Spazza al 90′ un pallone quasi sulla linea di porta dopo una dormita generale).

Parolo 6,5 – Si dà da fare, non si perde d’animo. Attacca e difende, prezioso in più momenti della partita per la Lazio.

Badelj 6 – Oggi un passo indietro rispetto a quanto visto contro il Milan. Il Chievo si chiude bene, lui fa fatica a disegnare le linee di passaggio. Nonostante tutto riesce varie volte ad andare al tiro, sfiorando il gol a dieci minuti dalla fine (Berisha ng).

Milinkovic-Savic 6 – Vince più volte i duelli fisici, impensierisce la difesa del Chievo nella ripresa. Partita, tuttavia, non brillante.

Lulic 6 – In difficoltà come tutta la squadra nel primo tempo, si fa vedere di più nel secondo, quando sfiora anche il gol. Attacca e difende con tutta la squadra. Esegue un grande anticipo su Pellissier a fine gara.

Correa 7 – Fa meglio nel secondo tempo che nel primo. Uno dei pochi a provare (e a riuscire) ad impensierire la difesa clivense. Realizza l’assist per il gol di Immobile, si scatena negli spazi stretti. A volte sembra poco coinvolto dai compagni, Inzaghi chiede alla squadra di scaricare sempre a lui il pallone.

Immobile 6,5 – Non sembra essere serata per Ciro, che non trova il gol nonostante qualche occasione tra primo e secondo tempo. Poi dopo l’ora di gioco riesce a sbloccarsi, segnando il gol del pareggio con un bel destro dentro l’area di rigore. Sfortunato, colpisce anche il palo.

 

Inzaghi 6,5 – Dopo un primo tempo approcciato male, capisce che deve cambiare qualcosa. Chissà se il secondo tempo, giocato col 4-3-1-2 possa fargli pensare a un nuovo assetto tattico. Per ora sulla fascia destra la Lazio sembra fare molta difficoltà, sia con Marusic, che con Patric, accanto a Wallace.

Follow LAZIALITA on Social
0