UN OCCHIO ALL’UEL – Eintracht matematicamente primo, la Lazio si deve accontentare del secondo posto. Il Milan si gioca tutto all’ultima giornata

 

2568352_w1

di G. Jacopo Romagnoli

Si torna a giocare in Europa League, quinta giornata della fase a gironi. Le 24 partite giocate quest’oggi hanno riservato qualche sorpresa inaspettata, come la caduta del Siviglia, che perdendo con lo Standard Liegi ha messo a rischio la qualificazione. La Lazio si deve accontentare del secondo posto matematicamente, mentre l’altra italiana, il Milan dovrà fare risultato con l’Olympiakos nell’ultima giornata per avere la certezza del passaggio del turno. Ecco il resoconto di questa giornata europea.

GRUPPO A – Girone che vede qualificarsi Bayer Leverkusen e Zurigo, c’è solo da capire chi sarà primo in classifica. E’ arrivato il sorpasso dei tedeschi sugli svizzeri, grazie al pareggio casalingo con il Ludogorets. Cade dinanzi al proprio pubblico lo Zurigo, 1-2 con l’Aek Larnaca, cedendo di fatto il primato. L’ultima giornata sarà decisiva. CLASSIFICA – Bayer Leverkusen 10, Zurigo 9, Aek Larnaca 5, Ludogorets 3.

GRUPPO B – Continua il dominio del Salisburgo, ancora a punteggio pieno dopo cinque giornate, a farne le spese questa volta è il Lipsia, grazie ad un gol ad un quarto d’ora dal termine da Gulbrandsen. Vince in trasferta il Celtic di Brendan Rodgers, la rete è siglata da Sinclair al 42° minuto. Il Lipsia è a sorpresa matematicamente eliminato, ma anche le prime posizione sono già decise, con gli austriaci sicuri del primo posto. Fanalino di coda il Rosenborg a zero punti. CLASSIFICA – Salisburgo 15, Celtic 9, Lipsia 6, Rosenborg 0.

GRUPPO C – Girone ancora aperto, tranne che per quanto riguarda lo Zenit, che ha strappato in anticipo il pass per i sedicesimi finale di Europa League. La squadra russa ha, comunque, centrato il successo vincendo 1-0 al Saint Petersburg Stadium contro il Copenhagen. Non sfrutta l’occasione d’oro lo Slavia Praga, che si fa battere 2-0 dal Bordeaux già eliminato. Ci si giocherà tutto all’ultima giornata, con i cechi che proveranno a difendere il secondo posto con le unghie e con i denti dall’assalto danese. CLASSIFICA – Zenit 11, Slavia Praga 7, Copenhagen 5, Bordeaux 4.

GRUPPO D – Due scialbi 0-0, rispettivamente tra Anderlecht-Spartak Trnava e Fenerbahce-Dinamo Zagabria, chiudono definitivamente questo girone. Vanno avanti i croati, al primo posto, e i turchi del Fenerbahce. Niente da fare per lo Spartak Trnava e la grande delusione della competizione, l’Anderlecht. L’ultima giornata servirà solamente per le statistiche. CLASSIFICA – Dinamo Zagabria 13, Fenerbahce 8, Spartak Trnava 4, Anderlecht 2.

GRUPPO E – Arsenal e Sporting erano già sicure della qualificazione prima di questo turno, ma hanno, comunque, fatto il loro dovere. I portoghesi hanno schiantato il Qarabag 1-6, protagonisti del match gli ex Udinese e Lazio Bruno Fernandes (doppietta) e Nani. Vincono anche i Gunners in trasferta per 3-0 sul campo del Vorskla. In gol Smith-Rowe, Ramsey e Willock. Gli inglesi hanno tre punti in più dello Sporting, tanto quanto basta per avere la certezza del primato nel girone. A tre punti chiudono Qarabag e Vorskla. CLASSIFICA – Arsenal 13, Sporting Lisbona 10, Vorskla 3, Qarabag 3.

GRUPPO F – Girone ancora aperto quello in cui gioca il Milan. I rossoneri hanno vinto 5-2 contro i lussemburghesi del Dudelange. Nonostante il risultato finale, la partita è stata tutt’altro che semplice, a 25 minuti dalla fine la squadra di Gattuso era sotto 1-2, poi due autogol, un gol del turco Calhanoglu e Borini hanno chiuso definitivamente la contesa. Il Betis, invece, vincendo 1-0 con l’Olympiakos si è qualificato. La rete della vittoria l’ha firmata Canales. L’ultima giornata sarà decisiva per Milan e Olympiakos, le due squadre si affronteranno ad Atene, i rossoneri non dovranno perdere per evitare l’eliminazione. CLASSIFICA – Betis Siviglia 11, Milan 10, Olympiakos 7, Dudelange 0.

GRUPPO G – Tutto da decidere in questo girone, sarà un’ultima giornata emozionante, con tutte e quattro le squadre ancora in gioco. Il Rapid Vienna ha fatto l’impresa, andando a vincere in rimonta sul campo dei più blasonati avversari dello Spartak Mosca, sorpassandoli in classifica, grazie alle reti di Mulder e Schobesberger, che hanno ribaltato il vantaggio iniziale firmato Ze Luis. Pareggio a reti bianche tra i Rangers e il Villarreal, che non si fanno del male. CLASSIFICA – Villarreal 7, Rapid Vienna 7, Rangers 6, Spartak Mosca 5.

GRUPPO H – Ancora una volta è implacabile l’Eintracht Francoforte che demolisce con un netto 4-0 ciò che ne resta del Marsiglia. In gol al primo minuto Jovic, poi autogol di Luis Gustavo e di Sarr, chiude tutto ancora Jovic. La Lazio regala il matematico primo posto ai tedeschi andando a perdere 2-0 con l’Apollon, le reti sono siglate da Faupala, straordinaria rovesciata, e Markovic. Nell’ultima giornata il confronto tra i capitolini e l’Eintracht non servirà più a nulla. Malissimo i ragazzi di Garcia, che da finalisti della passata edizione, si ritrovano ad essere clamorosamente eliminati con un solo punto portato a casa. CLASSIFICA – Eintracht Francoforte 15, Lazio 9, Apollon Limassol 4, Marsiglia 1.

GRUPPO I – Altro girone tutto da scoprire, anche qui ci si giocherà tutto nell’ultima giornata del 13 dicembre. Gli svedesi del Malmo si tengono in gioco rimontando da 0-2 a 2-2 il Genk. I belgi erano passati in vantaggio grazie ai gol di Ponzuelo e di Paintsil. Ma ecco che arriva la reazione d’orgoglio nel secondo tempo, firmano il pareggio Lewicki e Antonsson. Bellissima partita tra Sarpsborg e Besiktas, con i turchi che si impongono 2-3, anche in questo caso in rimonta da 2-0. Di Lens (doppietta e gol al 90°) e Vagner Love le reti dei bianconeri. CLASSIFICA – Genk 8, Besiktas 7, Malmo 6, Sarpsborg 5.

GRUPPO J – Il SIviglia riapre i giochi perdendo 1-0 sul campo dello Standard Liegi, Djenepo l’autore del gol vittoria al 62° minuto. Il Krasnodar fa il suo dovere e, seppur con difficoltà, sconfigge i turchi del Akhisarspor per 2-1. Gli andalusi non possono più fallire e ospiteranno i russi nell’ultima giornata, servirà il successo per passare un girone che sembrava dovesse essere una formalità. Anche i belgi non molleranno la presa e voleranno in Turchia, cercando una qualificazione che avrebbe del sorprendente. CLASSIFICA – Krasnodar 12, Siviglia 9, Standard Liegi 9, Akhisarspor.

GRUPPO K – L’Astana perde una fondamentale partita in casa contro la capolista Dinamo Kiev e complica il suo passaggio del turno. Infatti, si giocherà la qualificazione contro i francesi del Rennes, che dista solamente due punti dal secondo posto, dopo la vittoria fuori casa con il Jablonec, gol dell’ex giallorosso Clement Grenier. CLASSIFICA – Dinamo Kiev 11, Astana 8, Rennes 6, Jablonec 2.

GRUPPO L – Dominio Chelsea nel girone, che dopo cinque giornate comanda con 15 punti. I londinesi allenati da Sarri hanno battuto facilmente il Paok per 4-0, a segno Giroud (doppietta), Hudson-Odoi e Morata. Vittoria fondamentale anche per il Bate Borisov, che sconfigge 2-0 il Vidi e si mette in seconda posizione. L’ultima giornata risulterà fondamentale per la qualificazione di una tra il Bate e gli ungheresi del Videoton. CLASSIFICA – Chelsea 15, Bate Borisov 6, Vidi 6, Paok 3.

J.R.

Follow LAZIALITA on Social
0