Acerbi: “Importante vincere per ripartire. La convocazione in azzurro ripaga i miei ultimi anni”

Francesco-Acerbi-Lazio-2018-2019-Foto-Antonio-Fraioli-7-750x460

Una settimana importante e particolare per Francesco Acerbi: prima la sconfitta nel derby, poi la chiamata da parte di Roberto Mancini in nazionale, gioved√¨ la sconfitta in Europa League con lo scambio di maglia con Russ, giocatore dell’Eintracht Francoforte che come lui ha affrontato e sconfitto la brutta esperienza del cancro. Oggi la Lazio torna a vincere e lui √® risultato uno dei¬†migliori, raccontando tutto ai cronisti presenti in zona mista:

“Fondamentale vincere, oggi dovevamo ripartire contro una squadra forte. Abbiamo messo grinta determinazione, difendendoci senza attaccare solamente. Davanti abbiamo tanta qualit√† e basta poco per andare in gol. Quando si subisce gol la colpa √® collettiva, anche se esistono errori individuali. Determinazione¬†e concentrazione sono mancate, soprattutto sulle palle inattive. Bisogna tener conto anche degli avversari. Oggi con 25 telecamere, per noi difensori √® anche pi√Ļ difficile marcare. Fisicamente stiamo bene e questo aiuta la testa sotto altri punti di vista. Abbiamo avuto un giorno per preparare la gara di oggi, era tostissima ma con testa e gambe al massimo abbiamo portato a casa il risultato. Nazionale? Una soddisfazione che ripaga i miei ultimi anni. Spero di giocare anche.
Lo scambio di maglia di gioved√¨ sera? Avevo¬†letto il giorno prima che Russ voleva scambiare la maglia, avevo intenzione di¬†rispondergli ma non sapevo come fare… in campo poi ci siamo visti, ci siamo dati la mano, guardati negli occhi e ci siamo capiti. √ą un grande ragazzo, loro hanno meritato di vincere, cosi come Torr√®, suo compagno che aveva perso il fratello prima del match. Hanno fatto una grande partita ed √® stato giusto che vincessero loro”.

Follow LAZIALITA on Social