CONFERENZA – Inzaghi: “L’unica medicina √® il lavoro, da soli non si vince nulla. Conta il gruppo, voglio una risposta generale”

Schermata 2018-10-06 alle 13.10.35

FORMELLO – La Lazio deve rialzarsi dopo una settimana difficile: le pesanti sconfitte contro la Roma e l’Eintracht di Francoforte non sono facili da digerire, ma il calendario impone un’altra partita e non certo la pi√Ļ facile. La Fiorentina sar√† ospite all’Olimpico: un modo per ripartire subito, pensare alla prossima partita; un’opportunit√† per far parlare il campo e mettersi alle spalle le critiche. Alla vigilia del match, il tecnico delle aquile, Simone Inzaghi ha risposto alle domande dei cronisti presenti.

 

Queste le dichiarazioni del mister.

 

Lo si può definire un momento delicato questo?

Pi√Ļ che¬†un momento delicato, penso che veniamo da due sconfitte avvenute in modo diverso. Del derby se ne √® parlato molto. Per quanto riguarda Francoforte, la sconfitta √® stata condizionata da due espulsioni¬†e dai¬†nostri errori individuali che non devono accadere. Dobbiamo cercare di lasciare alle spalle queste¬†due sconfitte che non erano preventivate, sapendo che domani abbiamo una partita importantissima e dovremo far nostra.

 

Com’√®¬†l’umore dello spogliatoio?

Siamo tutti quanti insoddisfatti. Abbiamo perso un derby per noi molto importante, e abbiamo perso a Francoforte una partita altrettanto importante. Siamo consci anche che venivamo da 5 vittorie consecutive prima di questa settimana. Siamo a 3 punti dalla seconda in Serie A e in Europa siamo secondi in classifica, tutto è nelle nostre mani. Sappiamo che veniamo da due sconfitte e dobbiamo reagire.

 

Hai lavorato tutta l’estate sulla fase difensiva. Come si va avanti?

Lo scorso anno abbiamo preso diversi gol, pochi su palla inattiva. Non eravamo attenti sulle marcature¬†preventive, nelle ultime due partite¬†abbiamo preso gol su palla inattiva: in pi√Ļ, il primo gol subito nel derby vale come una palla inattiva. Dobbiamo analizzare queste reti. Se all’inizio del campionato avevamo dato un po’ di solidit√† dietro, ora la stiamo perdendo. Anche 11 vs 11 avevamo preso due gol evitabili a Francoforte, dobbiamo lavorare.

 

Dopo due sconfitte si parla di crisi: qual è la verità?

Nel calcio i giudizio cambiano in fretta, dovremo essere bravi a ribaltare questa situazione: fino a 6 giorni fa venivamo da 5 vittorie, ora con queste due sconfitte si sono ribaltati i giudizi. Domani avremo una partita molto importante, dovremo fare una grande prestazione contro una squadra in salute.

 

Hai parlato con Milinkovic? Cosa succede?

Anche qui vale il discorso di prima. Se dopo le vittorie lo si esalta, ora due prestazioni negative hanno portato un po’ di critiche. Penso si debba fare un’analisi pi√Ļ dettagliata. Non ci vuole un colpevole, sono importantissime le individualit√†, ma serve il gruppo. Domani non voglio risposte da Milinkovic o da Basta, che √® stato criticato. Voglio una grandissima partita da parte del gruppo. Quello che ti porta a vincere le partite √® la squadra, √® l’insieme della Lazio.

 

Al di l√† delle dichiarazioni, c’√® stato un confronto? Si √® palato di azzerare le gerarchie?

Penso che ogni allenatore abbia in mente le gerarchie, e che queste possano cambiare da un momento all’altro. Abbiamo analizzato queste due¬†sconfitte, conosco solo un medicina: il lavoro. Abbiamo solo l’allenamento di oggi, cercher√≤ di capire quali giocatori mi danno pi√Ļ garanzie.

 

Come stanno Radu e Caicedo?

Domenica prima del derby avevo detto che sarebbero stati tutti convocati eccetto Lukaku. Sembrerebbe che stiano tutti bene. Caicedo aveva qualche linea di febbre a Francoforte, era due giorni che prendeva farmaci, lo abbiamo lasciato in hotel. La mattina non aveva¬†pi√Ļ febbre, era stato preventivato un lavoro parziale in gruppo, poi¬†il ragazzo mi ha detto che si sentiva di svolgere¬†la parte finale. Fino alle 17 di oggi non avr√≤ certezza sulle¬†condizioni dei ragazzi.

 

Si √® parlato di mancanza di¬†rabbia e cattiveria. √ą un falso problema o c’√® bisogno di questo?

Ce ne¬†vuole sempre. A Francoforte abbiamo commesso errori individuali, la partita¬†l’ha chiusa l’arbitro con le due espulsioni. Dovremo mettere in campo questi aspetti perch√© domani affrontiamo una squadra in salute che prover√† a metterci in difficolt√†.

 

Cosa risponde a chi dice che siete prevedibili?

Dovremo fare in modo di mettere in campo qualcosina in pi√Ļ per vincere. Prima della Roma eravamo osannati, ora ci sono le critiche. Sono¬†ben attento ad ascoltarle, so che ce ne sono di costruttive, ma anche altre fatte per creare confusione. Dovremo essere bravi a far parlare il campo.

 

C’√® un problema di condizione atletica?

Il tema della condizione atletica viene sempre fuori quando c’√® una sconfitta. I valori sono sempre monitorati, corriamo in base anche a quanto riusciamo¬†a tener la palla. Corriamo meno dietro la palla perch√© abbiamo aumentato il possesso del pallone. Nonostante fossimo in 9, la squadra ha tenuto bene il campo nonostante la partita l’avesse chiusa l’arbitro.

 

L’unica partita¬†in cui al Lazio ha segnato tanto √® contro il Genoa con Caicedo e Immobile. √ą una soluzione per domani?
Devo vedere ancora l’allenamento di oggi, vediamo come stanno i ragazzi. Immobile sta bene, Caicedo deve rispondere oggi dopo il buon allenamento di ieri. Correa ha fatto bene fin quando √® rimasto in campo, Luis Alberto √® entrato bene a Francoforte. Non so se questa coppia potr√≤ riproporla¬†domani o in futuro.

 

A che punto √® Berisha? Ti aspetti una reazione dalla squadra: √® pi√Ļ difficile formare il gruppo rispetto allo scorso anno?

Io penso che ho sempre parlato di gruppo in questi 2 anni¬†e mezzo. Difficilmente in questa Serie A ti pu√≤ far vincere una partita: forse capita una volta, ma alla lunga deve venire fuori il gruppo. Penso di¬†avere ragazzi¬†intelligenti che si aiutano. Berisha √® in crescita, mi dispiaceva farlo esordire in una situazione di 9¬†contro 11, ma ha fatto bene. √ą un ragazzo positivo verso i compagni, starebbe tutto il giorno a lavorare. Sar√† molto utile.

 

Queste sconfitte dipendono da te come tecnico o da altro?

Abbiamo avuto delle partite decisive, c’√® stato qualche calo di attenzione. √ą un difetto della mia squadra, ci stiamo lavorando, dovr√† essere bravo a farlo capire¬†ai miei¬†giocatori. Speriamo¬†di finire bene le partite.

 

Non funziona pi√Ļ il modulo. Sei intenzionato a cambiare qualcosa?

In questo momento la squadra ha bisogno di certezze, possiamo variare a partita in corso. Lo abbiamo fatto già in altre occasioni. Possiamo fare varianti, ma i miei conoscono questo modulo. Possiamo far giocare Leiva e Badelj insieme, ho la possibilità di spostare Milinkovic avanti e arretrare Luis Alberto. Farò dei cambi quando lo riterrò opportuno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Follow LAZIALITA on Social
0