Lazio, poca fame nel derby: Inzaghi finisce senza voce tra match e rimproveri

623E85E9-D14A-49B6-B467-4C24D8C316FD

di G. Jacopo Romagnoli

Di certo non la partita che si aspettava Inzaghi. Venerdì il tecnico era stato chiaro durante la conferenza stampa di presentazione Roma-Lazio.

Gestione dello stress e fame di vittoria avrebbero fatto la differenza. Durante il match e negli spogliatoi (sia nell’intervallo che nel post-partita) se ne sono accorti i suoi ragazzi: pochi i calciatori con un atteggiamento positivo. Immobile ha giocato quasi da solo in attacco, procurando da sé l’occasione del gol, poco assistito da Milinkovic e soprattutto Luis Alberto. Come riporta Il Messaggero, è proprio con lo spagnolo che i senatori hanno parlato di più, cercando di scuoterlo: ci si aspetta di più da uno come lui, è praticamente sparito dal campo. Da qui il confronto a brutto muso. Impossibile far finta di nulla, e Inzaghi ne ha per tutti: non bisogna fare drammi, lo ha detto anche dopo il match, ma serviva un altro atteggiamento. In particolare da chi nell’ultimo anno ha fatto la differenza, compreso Milinkovic, che ieri ha toccato quota 100 presenze in Serie A, non strappando applausi, anzi.

Retroscena che parlano di uno spogliatoio vivo: trasformare la rabbia in forza per affrontare le prossime partite può essere l’arma giusta. Il derby è anche questo. Da una sconfitta si può e si deve ripartire, anche se nel derby fa ancora più male. La stagione è appena iniziata, il tempo per risalire la china c’è, oltretutto i biancocelesti hanno già affrontato tre delle migliori squadre di questo campionato, purtroppo i punti portati a casa sono stati 0. L’unica cosa certa è che la Lazio deve ripartire dall’atteggiamento del suo allenatore, Inzaghi, sempre sul pezzo ed affamato, pronto a prendersi ogni responsabilità, anche quando non lo meriterebbe. Ma le vittorie arriveranno dai piedi di Luis Alberto e Milinkovic, loro sono i due che i biancocelesti devono assolutamente e a tutti i costi ritrovare, il rischio è che le altre possano scappare prima del dovuto, ciò non sarebbe accettabile da una squadre di questo livello.

J.R.

Follow LAZIALITA on Social
0