Giovanili Lazio, Massimo Zilli salva la Primavera

Zilli

di G. Jacopo Romagnoli

Dopo l’amara retrocessione ottenuta nella passata stagione, la Lazio Primavera di mister Valter Bonacina riparte per centrare il ritorno nella massima serie.
La prima tappa del cammino dei biancocelesti, inseriti nel girone B, è contro il Foggia di Gaetano Pavone. Squadra schierata con un classico 4-3-3, composto da De Angelis, Armini, Silva e Petricca a difesa dei pali di Alia; Czyz, Bianchi e Mohamed a centrocampo; Falbo, Scaffidi e Luan Capanni a comporre il tridente offensivo.

Gara che si presenta difficile da sbloccare, nonostante le buone occasioni create sia da una parte che dall’altra. Per questo, al minuto 63’, l’allenatore della Lazio decide di operare il primo cambio: fuori il 2001 Federico Scaffidi, dentro il 2002 Massimo Zilli, al suo esordio con la Primavera.

Trascorrono appena sei minuti e la partita finalmente si sblocca: calcio di punizione battuto dalla sinistra, palla che arriva in area di rigore e deviata di testa proprio dall’imponente Zilli, il più alto nonostante sia il più giovane in campo, che deposita in rete, firmando il vantaggio che si protrae fino al fischio finale.

Zilli, appartenente all’Under 17 di mister Fratini, ha ricevuto la convocazione insieme al compagno Bertini, rimasto in panchina. Arrivato alla Lazio nell’estate del 2017, è stato uno dei primi colpi del responsabile Bianchessi, il quale l’ha prelevato dal Pordenone, superando la concorrenza di altri club di Serie A come Fiorentina e Udinese.
Il suo impatto è stato positivo e gli ha permesso di mettersi in mostra anche rispetto agli altri giocatori arrivati in estate. Il tutto in un campionato ostico, in cui biancocelesti dovranno puntare ad un’immediata risalita in Primavera 1.
I biancocelesti torneranno in campo sabato prossimo a Formello contro il Pescara. Il 26 trasferta infrasettimanale di Coppa Italia, contro il Palermo, in gara secca. Due appuntamenti in cui Bonacina avrà bisogno, soprattutto dai nuovi arrivati, di risposte immediate.

J.R.

Follow LAZIALITA on Social
0