Il Messaggero – Inzaghi non teme la sosta. Marusic si cura in Germania: mai convocato dal Montenegro

Schermata 2018-09-10 alle 08.57.05

 

ROMA Sosta non fa rima con batosta. La Lazio sfrutta al meglio la pausa delle nazionali. Cinque vittorie, due pareggi e una sola sconfitta. Con Inzaghi in panchina iI bilancio dei risultati dopo lo stop dei campionati sorride ai biancocelesti. Successi contro Genoa e Sassuolo nella prima vera stagione di Simone (2016-17). La stessa in cui Bologna e Chievo fermarono i biancocelesti sull’1-1. Un anno dopo le goleade con Milan, Benevento e l’impresa allo Juventus Stadium. Unica macchia la sconfitta contro la Roma con un Ciro Immobile stremato dall’Italia di Ventura.

TESTA ALL’EMPOLI
 Dati confortanti, al netto della condizione dei giocatori, spesso debilitati da viaggi e partite estenuanti. Nel confronto con le neopromosse, poi, i numeri sono sempre positivi. Nove vittorie, due pareggi e appena una sconfitta. Da quando Inzaghi è alla Lazio solo il Crotone, tra le squadre promosse in Serie A, è riuscita a batterlo. Una debacle indolore: 3-1 nell’ultima giornata di due anni fa. Insomma, l’Empoli è avvertito, anche perché il tecnico laziale ha sempre trionfato in panchina contro i toscani. Guai però a specchiarsi nelle statistiche. Aspettando il rientro dei nazionali, domani i biancocelesti si ritroveranno a Formello. Ultime ore di relax prima di preparare il match del Castellani. Luis Alberto è volato in Spagna con la famiglia. Parolo è rimasto a Roma, godendosi sabato la velocità del Gran Turismo a Vallelunga e ieri l’eleganza dei cavalli al Global Champions Tour del Foro Italico.

MARUSIC IN GERMANIA
 Non conosce sosta, invece, Berisha. Il kosovaro, smaltita la lesione alla coscia sinistra, ha lavorato anche nei giorni di pausa. L’obiettivo è ritrovare una condizione atletica accettabile già per il match di domenica con l’Empoli. Anche oggi l’ex Salisburgo è atteso nel centro sportivo di Formello. Insieme a lui ci saranno Lukaku e Luiz Felipe. Il belga, finita la riabilitazione sulla spiaggia di Maccarese, sta continuando il protocollo per la tendinopatia al ginocchio. Difficile stabilire i tempi di recupero: la Lazio non ha fretta, visto che Jordan è stato escluso dalle liste per il campionato e per l’Europa League. Discorso diverso per Luiz Felipe. Il brasiliano, finito nel mirino del Brasile prima dell’infortunio al polpaccio sinistro, spera tornare per il derby del 29 settembre. Chi, invece, non ha potuto rispondere alla chiamata dalla sua nazionale è Adam Marusic. L’esterno da un mese è alle prese con un fastidio alla schiena e non è mai partito per il ritiro del Montenegro. Il centrocampista, dopo una settimana di assoluto riposo nella Capitale, è volato in Germania per un consulto.

Valerio Cassetta

Follow LAZIALITA on Social